ECCO LE NOTIZIE

PIU’ FRESCHE
Sunsweet is an agricultural cooperative

Sunsweet Prunes

Blog

Noi pubblichiamo regolarmente nel nostro blog notizie aggiornate sul benessere, ricette ed altro.

Pronti per la prova-costume?

Pubblicato da Sunsweet - 22/6/2017

Prova-costume: 2 parole che possono spaventare anche i migliori tra noi. Cosa vuol dire un corpo magro? Sì o no alle diete d’urto? Su queste, il giudizio è ancora incerto. Allora, esiste un approccio meno drastico e più durevole che possiamo adottare?


Le diete d’urto funzionano sì o no?

Sulle diete d’urto, il giudizio è ancora incerto. Uno studio condotto su 200 adulti obesi, pubblicato sulla rivista The Lancet, ha rivelato che benché chi s’era sottoposto a una dieta d’urto avesse perso peso, l’approccio può essere rischioso. Questo perché è difficile rifornirsi di tutte le sostanze nutritive che servono quando si riduce drasticamente la quantità di cibo. Allora, quest’estate, perché non perché non affrontare la questione in modo meno drastico e più durevole?

Sì, ma è possibile un approccio diverso?

Qualsiasi genere di sovralimentazione porta a un aumento di peso. Ma una ricerca dell’Università di Liverpool suggerisce che assumere ogni giorno 140-170g di prugne secche, nel contesto di una dieta per il controllo del peso, può dare un contributo positivo al dimagrimento.

Quando siete a un evento. Quando fate un picnic. Quando viaggiate con la famiglia. Quando semplicemente andate a lavorare ogni giorno, mangiare o piluccare qualcosa è una parte inevitabile della vita di oggi. Non c’è bisogno di ricordare che gli snack poco salutari come patatine, biscotti e bibite gassate dovrebbero essere limitati a un capriccio occasionale. Ma c’è modo di dimostrare invece, che snack sani e nutrienti possono, anzi devono, far parte di un’alimentazione equilibrata.

Esiste una scienza degli snack?

Secondo la Mayo Clinic, scegliere snack e spuntini sani può servire a gestire la fame e la propensione ad abbuffarsi ai pasti. Il trucco è preferire quelli che sono sazianti, vantaggiosi da un punto di vista nutrizionale e relativamente calorici. Visto che le prugne secche sono un frutto – e perciò inferiori quanto a densità energetica rispetto ad altri snack e spuntini – possono essere una scelta comoda e conveniente, se consumate nell’ambito di un’alimentazione equilibrata e di uno stile di vita sano.

Perché mangiamo troppo?

Gli esperti in psicologia tendono a concordare sul fatto che dietro alla nostra propensione a mangiare troppo può esserci una serie di questioni complesse, legate alle emozioni. Imparare ad armonizzarci con il nostro corpo e identificare cosa scatena la fame compulsiva può essere sufficiente per poter fare gli aggiustamenti utili a raggiungere un peso corporeo sano e mantenerlo a lungo.

  1. Ragione #1 Siete sempre di corsaQuando la vita è molto piena di impegni e si è soliti mangiare in piedi afferrando ciò che capita e come viene, viene – gli schemi alimentari finiscono per risultarne stravolti. Può capitare di non essere nemmeno in grado di ricordare quand’è stata l’ultima volta che si è consumato un pasto come si deve. Peccato, mangiucchiare tutto il giorno può dimostrarsi terribilmente calorico! Provate ad avere un approccio più ragionato. Pianificate in anticipo, così da avere una dispensa che vi ispiri di più. Cercate di avere la risorsa di un repertorio di ricette per dei piatti semplici da preparare. E ripromettetevi che – d’ora in poi – vi prenderete un briciolo di tempo della vostra giornata per gustarvi i vostri pasti.

  2. Ragione #2 Avete fame di qualcosa che non è il cibo

    Forse siete stanchi. O stressati. O tutt’e due le cose. Non è raro, vista la vita frenetica di oggi, dopo tutto! Cercate di rendervi conto di ciò che vi succede. Se avete bisogno di conforto, cercate di non confortarvi col cibo. Chiamate un amico, un’amica. Uscite a farvi un giro. Fatevi fare un massaggio. A volte una piccola coccola può fare molto per riempire quel vuoto.

Buona estate!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Questi spiedini con chorizo, scampi e prugne sono una raffinatezza, ideale per un party!

Pubblicato da Sunsweet - 15/6/2017

Quando viene il momento dei barbecue estivi, può essere bello cambiare. Questi spiedini con salsiccia chorizo, scampi e prugne sono davvero facili da fare, eppure daranno un tocco sofisticato alla vostra tavola. Sono un antipasto perfetto ma – con delle insalate – sono sostanziosi abbastanza per essere un bel secondo!

Ingredienti

1 patata dolce (circa 250 g)
Sale
175 g formaggio cremoso tipo Philadelphia
1 cucchiaio di tahine
2-3 cucchiai di succo di limone
¼ - ½ cucchiaino di pepe di Cayenna
8 gamberoni o scampi (circa 200 g)
2 cucchiai di olio EVO
100 g salsiccia piccante (o chorizo spagnolo)
12 g Prugne Sunsweet
Inoltre: 4 stecchini di legno per spiedini

Preparazione

  1. Pelare e tagliare a dadini la patata dolce che servirà per il dip, ossia la salsina in cui intingere gli spiedini. Far bollire in 100 ml d’acqua e un pizzico di sale finché non sono teneri. Trasformare in purè nella stessa acqua di cottura,. lasciar raffreddare.
  2. Miscelare il pure di patata dolce con formaggio cremoso, tahine e i 2 cucchiai di succo di limone. Aggiustare di sale, pepe di Cayenna e succo di limone se necessario.  Mettere in frigo.
  3. Mettere a bagno gli stecchini di legno in acqua fredda per 30 minuti, così da evitare che brucino nel grill. Sgusciare i gamberoni lasciando loro la coda. Tagliarli longitudinalmente e rimuovere il filo nero. lavarli, asciugarli tamponando con carta asciuga tutto e condirli con olio EVO. Tagliare la salsiccia in 8 rondelle. Infilare 2 gamberoni, 2 pezzi di salsiccia e 3 prugne su ogni stecchino, alternandoli. Cuocere gli spiedini nel grill o sul barbecue caldissimo per 4-6 minuti. Servire con il dip di patata dolce.

La bella estate…

Pubblicato da Sunsweet - 08/6/2017

Per chi è la festa? Che sia un compleanno, l’inizio dell’estate o quel che volete, i weekend estivi sono perfetti per ritrovarsi e rilassarsi. C’è un semplice trucco per star certi di divertirsi tanto quanto gli ospiti quando invitate: pianificare prima.


Un menu semplice

Un piatto che faccia scena – per esempio, un pollo marinato o un filetto di salmone in crosta alle erbe – si può mettere in forno e lasciar cuocere da sé. Poi, più o meno un’ora prima che sia pronto, mettete in forno anche delle patatine novelle, intere, con la loro buccia, condite con olio, aromi – perfetto il rosmarino - e un pizzico di sale. Semplici, deliziose.

Arruolate degli aiutanti

Gli ospiti, tante volte, chiedono se possono portarvi qualcosa. Non siate timidi, rispondete “Sì, grazie!”. Date ad ogni ospite un compito o un tema – per un’insalata, per esempio, e lasciateli fare. Potrebbe essere un’insalata verde o una con pomodori o con legumi. O magari una macedonia come dolce. Se non sanno cosa o come preparare, potete sempre suggerire le nostre ricette per ispirarli!

Attivate tutti quanti

Un modo fantastico di rompere il ghiaccio, specie se ci sono anche dei bambini, è chiedere ad ogni famiglia di suggerire il loro gioco preferito da fare insieme all’aperto … Ce l’hai. Nascondino. Bolle di sapone. Palla. Il divertimento partirà all’istante. E l’appetito si farà grande per affrontare con gusto un pasto goloso e bello sano. I bambini avranno legato tra loro abbastanza per continuare a divertirsi anche dopo mangiato, mentre i grandi potranno godersi il meritato relax.

Quando arrivano le feste estive, le prugne fanno la figura dell’eroe misconosciuto. E invece proprio loro possono dare un tocco fruttato a moltissimi piatti e bevande. Per offrire fingerfood e assaggini dolci e salati, pensate alle prugne scottate avvolte nel prosciutto nella pancetta o – ancora più semplice – frutta secca come noci, nocciole e noci esotiche (nei supermercati trovate un magnifico assortimento) combinate con tenere prugne secche tagliate a pezzettoni. Ma potete usarle, le prugne, anche in marinature aromatiche o nelle salse per barbecue e grigliate: aggiungono una ricchezza di sapore che completa molte carni e pesci ed esalta spiedini di verdura e frutta. Le prugne danno un quid in più a insalate, insalatone, macedonie. E sono l’ingrediente perfetto che fa coppia con il cioccolato – qualcuno ha detto brownies? Il succo di prugne, poi, è una base fragrante per moltissimi drink, che siano mocktail o smoothie o cocktail per gli adulti o anche ghiaccioli con cui tutti vorranno rinfrescarsi con dolcezza.

La sezione “Ricette” del nostro sito è ricca di idee da seguire o da usare come ispirazione. E il nostro libretto dedicato a party e feste è pieno strapieno di spunti per rendere i vostri inviti indimenticabili e originali!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Una festa per gli occhi, una gioia per il palato. Riso pilaf fruttato con prugne e spiedini di pollo, facilissimo da fare.

Pubblicato da Sunsweet - 25/5/2017

Venir fuori con belle idee e per la cena durante la settimana può essere complicato. E poi invece ci sono piatti che praticamente riescono da soli, come il Riso pilaf fruttato con prugne e spiedini di pollo. Veloce da fare, bello da vedere e buono da mangiare, è destinato a piacere a tutti!

Ingredienti

Per gli spiedini di pollo: 4 spiedi di metallo, lunghi circa 25 cm
1 petto di pollo intero tagliato a cubettoni
100 ml yogurt naturale
1 cucchiaio di curcuma
½ cucchiaio di peperoncino in polvere
Succo di un limone

Per il pilaf: Una noce di burro
1 cipolla media sbucciata, mondata e tritata fine
1 cucchiaio di coriandolo macinato
1 cucchiaio di semi di cumino macinati
120 g riso Basmati
500 ml brodo caldo di pollo
6 Prugne Sunsweet, tagliate e pezzi grossi
Una bella manciata di pistacchi, tritati grossolanamente
1 cucchiaio di coriandolo fresco, tritato fine
2 cucchiai di prezzemolo fresco, tritato fine
Sale e pepe a piacimento

Preparazione

  1. Per prima cosa prepariamo  gli spiedini. Mescolare insieme lo yogurt, la curcuma, il peperoncino in polvere e il succo di limone.
  2. Infilare ¼ dei pezzettoni di pollo su ogni spiedo, appoggiarli su un piatto grande e coprirli con la marinatura. Lasciare da parte, mentre si prepara il riso.
  3. In una padella grande col fondo rinforzato, far fondere il burro a fiamma bassa, aggiungere la cipolla, mescolare bene, e lasciar ammorbidire per circa 5 minuti. Aggiungere il coriandolo macinato , e i semi di cumino. Mescolare bene per non fare attaccare.  
  4. Aggiungere il riso, mescolare bene con le cipolle e lasciar tostare per mezzo minuto, prima di versarvi il brodo.
  5. Mescolando, portare a ebollizione, poi abbassare la fiamma e coprire con un coperchio che sigilli bene (oppure mettere una pellicola sopra la pentola e bloccarla con il coperchio, ottenendo così una chiusura della massima aderenza).
  6. Lasciar cuocere sulla fiamma peril tempo indicato sulla confezione di riso, controllare se serve altro brodo. Se sì, aggiungere dell’acqua e lasciarla assorbire per altri 5 minuti, a coperchio chiuso.
  7. Mentre il riso cuoce, portare il grill a temperatura alta e porvi gli spiedini, lasciando sgocciolare l’eccesso di marinatura.  
  8. Girare gli spiedini ogni 2 minuti circa, in modo che ogni lato dei cubettoni sia cotto bene allo stesso modo. Una volta cotti, mettere gli spiedini da parte.
  9. Scoperchiare la pentola del riso e smuovere rapidamente il riso con una forchetta per dargli volume.
  10. Attendere l’uscita del vapore. Aggiungere le prugne, i pistacchi e le erbe fresche e mescolare bene il tutto.
  11. Trasferire il riso in una zuppiera o su un grande piatto da portata e disporvi sopra gli spiedini. Mangiare immediatamente con un contorno di insalata verde fresca.

Digerire bene. Focus per la Giornata Mondiale della Salute digestiva

Pubblicato da Sunsweet - 18/5/2017

Da sapere sulla digestione 

La digestione è il modo in cui l’organismo scompone il cibo. Pur essendo essa un processo fisico delicato, un apparato digerente sano molti di noi per fortuna possono darlo per scontato. Se però va fuori fase, l’intero corpo ne subisce gli effetti. Gli stili di vita di oggi, con lavori sedentari, insufficiente attività fisica, consumo di cibi elaborati e stress possono ripercuotersi proprio sull’intestino. Col tempo, inoltre, la digestione pigra può trasformarsi in un problema cronico. E può causare problemi emotivi, come l’ansia e fisici, come gonfiore, reflusso, stitichezza e diarrea.

Alla larga i mal di pancia

Quanto al lamentare problemi di salute, prevenire è meglio che curare.  Meno male, allora, che ci sono alcune azioni, semplici ed efficaci, che è possibile compiere per tenere alla larga i mal di pancia. Aver capito i principi della digestione, scegliere cibi amici del buon funzionamento dell’intestino e adottare abitudini alimentari più sane sono tutte azioni che possono far molto per migliorare la salute digestiva.

Idee e consigli

Leggete qui i 4 consigli top per un apparato digerente in salute.

  1. Mangiate più cibi ricchi di fibre

    Le prugne sono una fonte di fibre, Secondo l’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), il consumo quotidiano di circa 100g di prugne secche aiuta a mantenere il funzionamento dell’intestino nella norma. Di questa affermazione riguardante la salute, la Commissione Europea ha ora autorizzato l’utilizzo divulgativo verso il pubblico.

  2. Non fate mai mancare l’acqua

    La disidratazione può condurre a mal di testa, mancanza di concentrazione, affaticamento, stitichezza e pelle opaca. Assicuratevi perciò che la vostra dieta includa abbondanti quantità d’acqua e di altri liquidi, come a esempio il succo di prugne.

  3. Muovetevi sempre 

    Un’attività fisica regolare non soltanto accelera il vostro metabolismo, ma anche contribuisce alla vostra salute digestiva mantenendovi “regolari”.

  4. Reagite e agite!

    Scrollatevi di dosso lo stress prima che vi assalga, per esempio ascoltando musica rilassante o semplicemente chiamando un amico o un’amica per parlare un po’. E per saperne di più? Scaricate la nostra guida gratis sulla sindrome dell’intestino irritabile.

Il ruolo delle prugne nella salute digestiva 

Potrebbero essere molte le ragioni per cui il vostro intestino non funziona in modo ottimale. E certo si cono potenzialmente molte soluzioni al problema. Ma inserire le prugne Sunsweet nella vostra alimentazione quotidiana può essere una di queste soluzioni, un modo semplice per cominciare. Le prugne secche sono un prodotto 100% naturale. E possono mangiarle tutti – anche i bambini, le donne in gravidanza e le persone anziane. E dato che usiamo solo le migliori prugne della California, la gamma Sunsweet è il perfetto complemento di una dieta sana e bilanciata.

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Potere delle prugne! E ricette di frullati e smoothie golosi come se non ci fosse un domani!

Pubblicato da Sunsweet - 11/5/2017

Frullando avocado, mela e spinaci freschi con i prfumati miele, limone e zenzero e del dolcissimo succo di prugne avrete uno #smoothie che è una vera forza. E poi è un modo facile di dare tanta buona frutta e verdura anche ai più capricciosi!

Ingredienti

½ avocado
1 mela piccola sbucciata e senza torsolo, tagliata a pezzetti
1 manciatina di spinaci in foglia ben lavati
1 cucchiaio di miele
Succo di mezzo limone
Un pezzetto di zenzero di circa 2 cm, pelato
300 ml Succo di Prugne Sunsweet

Preparazione

  1. Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore, tranne lo zenzero e il succo di prugne.  
  2. Grattugiare lo zenzero con una grattugia fine o tagliarlo il più fine possibile per aggiungerlo agli ingredienti.
  3. Versare il succo di prugne fino a coprire gli ingredienti, frullare bene.

Le 6 domande 6 che ci fanno sulle prugne

Pubblicato da Sunsweet - 04/5/2017

Tutto ciò che avreste sempre voluto sapere sulle prugne – e non solo – in un unico luogo! Guardate le nostre domande & risposte ufficiali e utili su prugne e dintorni. Le 6 domande principali che ci fanno sulle prugne.

  1. Le prugne sono senza glutine?
  2. Studi attuali indicano che – per vari motivi – più o meno una persona su quattro sta cercando di mangiare senza glutine. Il glutine è, propriamente, la proteina che si trova in cereali come il frumento. Con pane, pasta e cereali come alimenti-base nei pasti di tutti i giorni, non è facile convertirsi a una dieta senza glutine. E la buona notizia, allora? Tutta la frutta è per natura priva di glutine. Perciò una porzione di prugne secche o un bicchiere di succo di prugne potete gustarli quando volete. Potete anche aggiungerli alla vostra ricetta gluten-free preferita per un tocco dolce e fruttato in più.

  3. Le prugne sono adatte per chi ha il diabete?
  4. Gli esperti insistono sul fatto che, per mantenere stabile il livello di zuccheri nel sangue, dovremmo puntare a una dieta con un IG (indice glicemico) complessivo pari a 50 o inferiore. Per fortuna questo non vuol dire NO a snack dolci e gustosi come le prugne secche. Anzi. Alcuni ricercatori dell’Harvard Medical School hanno scoperto che l’IG delle prugne denocciolate è circa 29, il che ne fa un frutto a basso indice glicemico che non ha un impatto drastico sui livello ematici di zucchero e insulina.

  5. Le prugne contengono zucchero?
  6. Le prugne secche non contengono zuccheri aggiunti. Sono semplicemente susine disidratate: una susina si trasforma in una prugna secca quando le viene tolta tutta la sua acqua. Durante il processo di essiccazione, il saccarosio è idrolizzato in glucosio e fruttosio – ecco perché la presenza di saccarosio nelle prugne è minima. E le prugne secche sono considerate un frutto – pertanto valgono per le famose 5 porzioni al giorno di frutta e verdura e per migliorare l’assunzione quotidiana di fibre.

  7. Che effetto hanno le prugne sull’apparato digerente?
  8. Da secoli, le prugne secche – e il succo di prugne – si associano a una digestione sana, che funziona bene. Al giorno d’oggi, le scoperte scientifiche sostanziano meglio quell’associazione causa-effetto. La ricerca ha mostrato infatti che circa 100g al giorno di prugne secche -assunte nel contesto di una dieta equilibrata e di uno stile di vita attivo - possono contribuire al normale funzionamento dell’intestino in quanto supplemento di fibre. Di fatto, le prugne secche dovrebbero essere considerate una prima terapia per un intestino sano.

  9. Che relazione c’è tra prugne e ossa forti?
  10. La ricerca scientifica indica che le prugne, grazie ai nutrienti forniti, possono avere benefici diretti per ossa sane e forti. Le prugne secche sono inoltre una fonte di vitamina B6, che favorisce la formazione di cellule sanguigne sane nel midollo e l’equilibrio dei livelli ormonali inclusi quelli connessi con la salute ossea.

  11. E, la nostra preferita, come fa una susina a diventare una prugna?
  12. È semplice, davvero. Le prugne Sunsweet sono una particolare varietà di susine che maturano al sole, fatte essiccare per rimuovere una parte dell’acqua. Si tratta di una varietà con un contenuto di zuccheri eccezionale, una cultivar francese ibridata che conferisce alle prugne Sunsweet un gusto inconfondibile, delizioso, ricco e fruttato con note di vaniglia. I frutti essiccati contengono livelli di sostanze nutritive similari alle susine fresche – le fibre, per esempio – ma in più offrono il vantaggio di essere disponibili tutto l’anno e di durare a lungo.

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Questa Simnel Cake, rispetto al gusto classico, ha un tocco fruttato in più.

Pubblicato da Sunsweet - 27/4/2017

Tutti moriamo dalla voglia di un dolcetto, a volte. Ma sceglierne uno carico di zuccheri raffinati e di grassi ci lascia magari intorpiditi e pieni di sensi di colpa. Dite “ciao” a questo Yogurt gelato. È un’alternativa super-sana ai gelati. E con solo tre ingredienti - lamponi, yogurt e prugne – farvi questa delizia non potrebbe essere più semplice di così!

Ingredienti

300 g burro
130 g zucchero di canna
2 cucchiaini di buccia di limone grattugiata
4 uova
250 g farina
1 cucchiaino di lievito in polvere
5 cucchiai di fecola
½ cucchiaino di cannella macinata
½ cucchiaino di noce moscata
300 g prugne Sunsweet, a dadini
50 g buccia d’arancia candita
300 g marzapane
1 tuorlo

Altro:
stampo per torte con fondo mobile in latta, Ø 26 cm

Preparazione

  1. Preriscaldare il forno a 170 °C (150°C se forno a convezione ).
  2. Mescolare il burro e lo zucchero. Unire la buccia di limone grattugiata. Aggiungere a poco a poco le uova, la farina, il lievito e la fecola. Incorporare la cannella, la noce moscata, le prugne e la buccia d’arancia candita. Foderare lo stampo da torta con carta da forno. Mettere l’impasto nello stampo, a cucchiaiate, infornare e lasciar cuocere per circa un’ora. Lasciar raffreddare completamente.
  3. Stendere con il mattarello circa 200 g di marzapane e tagliare un cerchio del diametro di 26 cm. Porre il cerchio sopra la torta, premendo leggermente. Dividere il restante marzapane in 11 parti uguali e formare con queste altrettante palline. Posizionare le palline sulla torta e spennellare il tutto con un tuorlo d’uovo. Preriscaldare il grill e mettere la torta nel forno a dorare.

Snack più sani per famiglie sempre di corsa

Pubblicato da Sunsweet - 20/4/2017

La pressione del tempo, per molti di noi, pare aumentare in modo esponenziale e inesorabile. In particolare, le famiglie con bambini sembrano in continua agitazione, con anche i più piccoli che hanno orari prestabiliti da rispettare. I pasti insieme, tutti a tavola, sono diventati più un evento da grandi occasioni che una cosa di tutti i giorni. Fare spuntini è ormai una parte regolare delle nostre vite moderne in cui il tempo è tiranno. Però non tutti gli snack sono uguali!

Visto allora che gran parte del cibo viene consumato andando di fretta, è importante optare – laddove possibile – per degli snack nutrienti sì, ma che non ci facciano accumulare chili di troppo.

Le statistiche relative all’obesità diffuse dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, d’altronde, sono impressionanti:

  • L’obesità a livello mondiale è più che raddoppiata dal 1980.
  • Al 2014, circa il 40% della popolazione mondiale adulta era considerata sovrappeso.
  • L’obesità si può prevenire.

Pianificare per tempo

Usati tatticamente e nell’ambito di una dieta generale sana e bilanciata, gli snack possono aiutare a gestire la fame e a ridurre la probabilità di abbuffarsi all’ora dei pasti. Ma ciò che davvero ripaga dello sforzo è pianificare per tempo. Perché non provare a mettere insieme un menu di snack facili da preparare, che piaceranno a tutta alla famiglia e che si possono consumare in quelle mille occasioni in cui vien voglia di uno spuntino? Pensate un po’ a una lunch box da portarvi via, o a qualcosa da mangiare prima di fare attività fisica, a una colazione per chi va di corsa …

Scelte sane

Naturalmente , da un punto di vista nutrizionale è sensato compiere scelte sane – tranne concedersi qualche occasionale, goloso capriccio – e quindi evitare snack troppo carichi di zuccheri, grassi e sale aggiunti. Comprendiamo, sì, che possa essere un po’ difficile capire cosa è sano e cosa no, quando si tratta di snack. Per esempio, gli snack alla frutta – alcuni dei quali in realtà contengono zuccheri aggiunti – ricadono nell’incerto confine tra dolciumi e tradizionale, semplice frutta secca. Ma la buona notizia è che non tutte le golosità dolci e gustose sono da bandire in modo assoluto. “Tradizionalmente, la frutta secca è stata considerata uno spuntino nutriente da scegliere in quelle parti del mondo dove il sole abbondante consentiva l’essiccazione dei frutti per poterli conservare, come i paesi della sponda orientale del Mediterraneo e il Medio-Oriente. Tutti questi spuntini apportano all’organismo fibre, sono virtualmente privi di grassi e di sale e ciascuno di essi fornisce una gamma di micronutrienti quali potassio, rame, manganese, ferro e le vitamine A, E, K e PP.”, afferma la dottoressa Jennette Higgs, nutrizionista consulente del California Prune Board.

Idee per ricette

Ora, le prugne sono un eccellente esempio di frutta secca tradizionale. Si possono utilizzare così come escono dalla confezione, ma sono anche la base per numerose bontà di gran soddisfazione per le vostre papille. Il sito Sunsweet è una fonte organizzata di tantissime idee per spuntini e snack sani. Potreste dare un’occhiata alla sezione “RICETTE” e segnarvi quelle che vi attirano di più! Se poi vi piace andare su YouTube, guardatevi il nostro video per imparare, passo dopo passo, a fare le palline energetiche. Sono piccole, super-portatili, un’esplosione di sapore; e molto probabilmente saranno parecchio gradite a tutta a famiglia!

Future mamme

Sapevate, vero, che fare piccolo spuntini è particolarmente importante per chi aspetta un bambino? Può:

  • Riequilibrare quei tipici alti e bassi di energia
  • Aiutare a controllare le nausee
  • E, con la scelta di alimenti ricchi di fibre, aiutare ad alleviare la stitichezza

Visitate il nostro minisito dedicato alla gravidanza per trovare tanti spunti e consigli i più!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Unitevi a noi per festeggiare i nostri primi 100 anni!

Pubblicato da Sunsweet - 19/4/2017

Per tutto un secolo Sunsweet ha ispirato i consumatori a mangiare correttamente e a vivere una vita sana ed equilibrata. Sunsweet ha una ricca tradizione e radici profonde nei fertili frutteti della California. Ma da dove è iniziato tutto ciò?

(C’era) una volta in California …

È strano da credere, ma la storia di Sunsweet è cominciata con un uomo – uno solo - Louis Pellier, che portò una partita di alberi di susine dalla Francia alla California. Louis Pellier introdusse le prugne di Agen nella zona nel 1850. Ma fu solo nel 1917 che Sunsweet venne fondata. Un gruppo di coltivatori diede vita a un’Associazione e la chiamò “The Sunsweet California Prune and Apricot Growers Association”.(Associazione Sunsweet di Coltivatori di Prugne e Albicocche della California). Già a partire dal primo anno, gestirono il 43% dell’intero raccolto di quello Stato.

Attualmente l’azienda, forte di 250 coltivatori-soci, ha una produzione giornaliera di 40.000 cartoni di prugne e di succo ed esportazioni in oltre 45 Paesi nel mondo. Di fatto, Sunsweet Growers, è oggi una delle cooperative agricole di maggior successo a livello mondiale!

Esperienza generazionale e innovazione

Molti membri della cooperativa vengono da famiglie imprenditrici del settore e portano il know-how di generazioni nell'arte di coltivare le susine. E se Sunsweet da una parte si basa sulla lezione del passato, dall’altra ha sempre avuto un occhio anche al futuro, sforzandosi di innovare e migliorare. Per esempio, nel 1966 ha brevettato un sistema di denocciolatura proprietario. Nessun’altra prugna secca al mondo viene privata del nocciolo con la stessa precisione e cura delle prugne Sunsweet – ne risulta un frutto più rotondo, più polposo e più gustoso. Lo ‘Smart Pitter’ – ossia il denocciolatore intelligente- è stato migliorato nel corso degli anni, e rimane tuttora inimitabile. Senza dubbio, i coltivatori della Sunsweet delle origini, quelli del 1917, sarebbero orgogliosi del fatto che la loro cooperativa continui a crescere, innovare, migliorare e offrire ai consumatori le migliori prugne possibili.

Una volta che le susine sono state trasformate in prugne secche, la disidratazione concentra il loro aroma: la prugna essiccata corrisponde a un terzo del volume del frutto fresco eppure mantiene il suo valore nutritivo. Sapevate che le prugne Sunsweet:

  • Contengono poco più di 7g di fibra ogni 100g, che equivale più o meno a un quarto del nostro fabbisogno quotidiano.
  • Sono fonte di Vitamine, tra cui la B6, che può aiutarvi a sentire meno la stanchezza e la Vitamina K, che aiuta a mantenere ossa sane.
  • Valgono come una delle famose 5 porzioni quotidiane di frutta e verdura (4-5 prugne sono considerate una porzione).

Un luogo molto speciale

I coltivatori Sunsweet riconoscono una buona terra alla prima occhiata. I frutteti Sunsweet sono piantati solo nelle aree con suoli ricchi, Estati non piovose ed Inverni freddi ma non gelidi. Vi sono solo alcuni punti della terra con queste caratteristiche e la Valle di San Joaquin, il luogo di elezione delle prugne Sunsweet, è proprio uno di questi.

Non c’è bisogno di aggiungere che i coltivatori Sunsweet hanno forti legami con la loro terra e così è più che naturale, per loro, impegnarsi nella conservazione della natura e a tracciare la strada in fatto di innovazione “verde”. Potete trovare approfondimenti su questo argomento sul nostro sito.

Un’azienda davvero speciale

Nonostante siano passati 100 anni, la passione totale di Sunsweet per prugne è rimasta immutata. L’azienda è stata premiata per il suo impegno alla qualità e al servizio del cliente e continua a investire per assicurare la prugne migliori del mondo. E la buona notizia per voi qual è? Che tutte queste attenzioni consentono a Sunsweet di offrire prugne deliziosamente polpose, succose e gustose, tutte da godere.

Ed eccoci pronti per i prossimi 100 anni!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.