ECCO LE NOTIZIE

PIU’ FRESCHE
Sunsweet is an agricultural cooperative

Sunsweet Prunes

Blog

Noi pubblichiamo regolarmente nel nostro blog notizie aggiornate sul benessere, ricette ed altro.

Le prugne – star che stupiscono in cucina!

Pubblicato da Sunsweet - 16/3/2017

Non c’è niente di modesto nelle prugne. Anzi, quando si tratta di far provviste di un alimento pratico, durevole, tutto naturale, le prugne meritano l’onore di un posto nella vostra lista della spesa.

Questi frutti sono sorprendentemente versatili. Le prugne … potete gustarle prendendone una manciata direttamente dalla confezione. O frullarle – da sole o con ingredienti come cacao e noci, nocciole o pinoli macinati – per farne sfiziose salsine da spalmare sui toast. O ancora, potete usarle per dare dolcezza e intensità al gusto del frullato preferito in famiglia. Sono un’aggiunta gustosa e nutriente a moltissimi altri piatti, dolci e salati.

Dolci capricci, ma più sani

Come tutti ben sappiamo, una vita senza un po’ di dolcezza è una vita, diciamo, alquanto misera! Buono a sapersi, allora, le prugne possono essere la base gustosa di una serie di bocconcini più sani. Il famoso Trail mix – alimento amato dagli sportivi e da chi cammina , che combina frutti a guscio, semi vari e frutta secca – non potrebbe essere più semplice di così. Le prugne si possono aggiungere a tutti i dolciumi preferiti in famiglia, come i biscotti, per migliorarne il valore nutrizionale. Sapevate anche che potete mettere le prugne al posto dello zucchero e dei grassi nei dolci?

Alcuni test eseguiti dal California Prune Board, in cui è stato sostituito lo zucchero raffinato con una purea di prugne in una serie di ricette, hanno dimostrato una riduzione del 35% del contenuto complessivo di zuccheri. La purea di prugne può anche funzionare come sostituto del burro. La prugna, con il suo aroma caramellato e i suoi sentori di vaniglia, è un frutto che si presta particolarmente bene a ricette a base di cioccolato. A parità di peso, usate al posto del burro una purea di prugne e gustate!

Super anche nel salato

Le prugne Sunsweet sono deliziosamente fruttate e questa caratteristica esalta molti altri sapori. Sono un classico quando completano piatti di carne; sono buonissime con il maiale e perfette con la selvaggina, per esempio. E riescono ad aggiungere consistenza, umidità, intensità e ricchezza aromatica. Insieme alla salsa teriyaki in una marinatura, il succo di prugne può trasformare delle costine in una bontà che si scioglie in bocca. E poi sono un’aggiunta utile a quel momento-cardine dei pasti in famiglia: la cena durante la settimana. Provate a pensare alla vellutata di zucca con prugne (o anche con salsiccia piccante ). O allo spezzatino con verdure di stagione e prugne profumate. Mmmhhh!

Quindi che stiate cercando uno spuntino superveloce, una piatto elaborato per le grandi occasioni o una via di mezzo, le prugne sono un punto di partenza eccellente. Ci sono infiniti modi di includere le fragranti e nutrienti prugne Sunsweet e il loro succo nella vostra alimentazione di tutti i giorni. Perché non tenerne una o due confezioni sempre sotto mano in dispensa?

Vi abbiamo ispirato? Perché ora non scatenate la vostra creatività in cucina con qualcuna delle nostre ricette?

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Primavera – c’è come un senso di festa nell’aria!

Pubblicato da Sunsweet - 02/3/2017

Non dimentichiamo di cambiare l’ora sugli orologi il 26 marzo. Quale scusa migliore per uscire dal letargo, scrollarci di dosso gli ultimissimi residui di pigrizia invernale e slanciarci in avanti con fiducia, positività e gratitudine?

Davvero c’è qualcosa di speciale nell’inizio della primavera. C’è quella sensazione che sia la stagione perfetta per rivedere le solite abitudini, fare quei piccoli aggiustamenti necessari a rimettere in pista i buoni propositi di salute e benessere, prenderci il tempo di festeggiare i risultati raggiunti.

La vita va vissuta, dopotutto. Perché è troppo breve e preziosa per fissarci a contare ogni caloria o sfinirci per aver saltato una seduta in palestra. Alla fine, se la nostra alimentazione è in generale sana, con giusto qualche occasionale e meritato capriccio, e se il nostro stile di vita è nell’insieme attivo con solo quel giorno passato sul divano ogni tanto, in realtà non stiamo troppo male. Essere capaci di godere una vita piena e vibrante – sostenuta da una dieta varia e nutriente – è qualcosa da festeggiare!

In California, dove crescono gli immensi frutteti di susine di Sunsweet, la primavera è un momento dell’anno di particolare bellezza. Ai primi di marzo, gli alberi si coprono letteralmente di profumati fiori bianchi. Una magia a vedersi! Ma tanta bellezza ha una vita tanto effimera quanto spettacolare. Dopo una settimana, più o meno, i fiori cadono piano piano a terra e i colori del frutteto virano a un verde chiaro, mentre i frutti si formano e spuntano le gemme delle foglie ancor tenere.

E ciò ci porta in modo netto a nuovi inizi … si fa fatica a credere che Sunsweet Growers Association sia stata fondata un secolo fa! Questo fa di quest’anno un anno davvero speciale per noi – celebriamo il nostro centenario! I primi coltivatori di Sunsweet avevano una passione per offrire prugne deliziose e nutrienti della più alta qualità. Noi pensiamo che sarebbero molto orgogliosi del fatto che oggi il marchio Sunsweet è apprezzato in più di 45 paesi e che il loro insegnamento - proporre ai clienti le migliori prugne possibili - continua. Ma se siete interessati a saperne di più, potete guardare l’affascinante storia di Sunsweet. Che la festa abbia inizio!

Ultima cosa, ma non meno importante – il mese di marzo ci dà modo di festeggiare le donne, tutte . L’8 marzo è la Festa della Donna e la sezione “Ricette” del sito Sunsweet è piena di idee gustose, dall’antipasto ai piatti principali, al dolce e ai capricci golosi. Speriamo che vi ispiri al momento di organizzare un po’ di festa. Buon appetito! E buona Primavera!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Non è mai troppo tardi per un nuovo inizio!

Pubblicato da Sunsweet - 02/2/2017

Con la primavera ormai non più lontana, febbraio può essere davvero il mese per cominciare a soffiare vita nuova, fresca e sana nel solito trantran. Date uno sguardo ai nostri spunti, che vi aiuteranno a passare da un atteggiamento mentale statico a uno dinamico per il successo dei vostri obiettivi di benessere.

Febbraio, eccolo qui. Per molti di noi i buoni propositi di inizio anno saranno già un vago ricordo - magari anche venato di un senso di colpa. Perché in molti vorremmo essere più in forma più in salute, più felici. In molti lottiamo per mettere insieme le motivazioni per raggiungere l’obiettivo. In molti ci stiamo male.

Ma ora, finalmente, lo scompiglio del periodo natalizio è passato da un pezzo. E la primavera è dietro l’angolo. Questo può davvero essere il momento dell’anno ideale per fare pulizia degli atteggiamenti sbagliati e dare l’avvio a ottime abitudini. Perché non ispirarsi a San Valentino questo mese? Smettendo di parlare di sé in negativo, pensando e agendo di più per la salute e la forma fisica, mostrando a se stessi un po’ più di bene!

La teoria del Mindset

“Sia che pensi di farcela, sia che pensi di non farcela, hai comunque ragione.” Henry Ford è stato, probabilmente senza volerlo, un antesignano della teoria del Mindset – sostanzialmente una psicologia del successo nel suo legame con il nostro atteggiamento mentale. Ma gli psicologi di oggi, come Carol Dweck, stanno dimostrando quanto di vero ci sia dietro tali sentimenti: ciò che crediamo influisce fortemente sul nostro comportamento e contribuisce al successo - o al suo contrario - in molti aspetti della nostra vita.

  • “Cucinare non mi interessa e, comunque, i piatti pronto sono molto più comodi.”
  • “In settimana non ho tempo per fare ginnastica. Mi sa che aspetterò che i miei figli siano un po’ più grandi.”
  • “Nel bel mezzo di una settimana piena di impegni, faccio giusto uno spuntino e corro via. I cibi sani se ne vanno proprio chissà dove.”

Tutti noi abbiamo delle storie che raccontiamo a noi stessi, che usiamo come delle scuse. Ma una volta che mangiare in modo sano e fare attività fisica regolare si sono dimostrati dei vantaggi concreti, possiamo davvero permetterci di non considerarli una priorità – per quanto piene siano le nostre vite?

Riservarsi il diritto di cambiare idea

Le nostre convinzioni e i nostri comportamenti possono, nel corso degli anni, cristallizzarsi. Ma non devono definirci per sempre. Secondo lo scrittore e oratore Tim Elmore, seguendo questi pochi passi, è possibile realizzare significativi cambiamenti:

  1. Credete che il vostro cervello funzioni come un muscolo: questo può servire a smettere di inventare scuse e diventare onesti con voi stessi, al limite della brutalità, riguardo le decisioni che prendete.
  2. Usate la parola “finora”: questo può portarvi lontano nel vedere la vita come una serie di opportunità di crescita “Non ho fatto una maratona. Finora.”
  3. Affermate le variabili che potete controllare: “Ce l’ho messa veramente tutta per correre quei 3 Km” piuttosto che dire “Sono un atleta di natura”.
  4. Circondatevi di persone con un atteggiamento volto alla crescita: di solito tendiamo ad essere come coloro che frequentiamo. Perciò, scegliete bene!

E ora che conoscete le basi della teoria riguardo a come cambiare atteggiamento mentale e mirare a crescere, è il momento di munirvi di alcuni consigli pratici per raggiungere i vostri obiettivi. Abbiamo realizzato una guida di 32 pagine su come vivere in salute per aiutarvi a riuscirci. Fate il primo passo verso il cambiamento e scaricatela, oggi stesso!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Hygge: la parola danese per il calore della felicità

Pubblicato da Sunsweet - 05/1/2017

Avete mai sentito parlare di “hygge”? Si pronuncia “hu-guh”, è la parola danese per un fenomeno che sta invadendo nel mondo intero. E nonostante tempo fa la si considerasse intraducibile, è stata votata come una delle parole più influenti di tutto il 2016 da due dizionari importanti – l’Oxford Dictionary e il Collins Dictionary. Ma che cosa significa esattamente? E somiglia a qualcosa che conosciamo già?

La definizione di hygge

Le definizioni di hygge variano. C’è chi la spiega come una sensazione di comfort, appagamento, pienezza e intimità. C’è chi le descrive invece come il saper trasformare i soliti momenti di tutti i giorni in qualcosa di più ricco di significato; tipo far sì che il caffè o del tè con biscotti dopo una giornata di lavoro siano una specie di rito, magari tirando fuori la porcellana più bella, stando a lume di candela, mettendosi comodi senza scarpe. O c’è anche chi dice che l’hygge è una filosofia di vita, un modo di rallentare i ritmi e ritagliarsi del tempo nell’agenda sempre frenetica di compiti da svolgere.

Susanne Nilsson, lettrice di danese al Morley College di Londra, ha provato a spiegare il significato di “hygge” alla BBC, "Abbiamo lunghi e freddi inverni, in Danimarca. Questo influenza le cose. Non è che l’hygge debba essere soltanto una faccenda invernale, ma in effetti il tempo da noi non è bello per gran parte dell’anno. Hygge potrebbe essere quando famiglie e amici si trovano a mangiare insieme, con le luci basse, o il tempo trascorso da soli a leggersi un bel libro. Funziona al meglio quando non c’è uno spazio vuoto troppo grande intorno alla o alle persone."

L’ hygge personale: come crearlo

Gli inverni danesi potranno anche essere lunghi, freddi e bui, ma questa è una realtà con cui possiamo confrontarci in molti! Così, parte dell’essenza dell’hygge – creare un ambiente caldo e invitante, riunire gli amici e le persone care e mangiare e bere insieme a loro, a lume di candela - potrebbe essere il perfetto antidoto. Perciò, perché non crearci il nostro hygge personale quest’inverno? Prendendoci il tempo e lo spazio per … non fare niente. Tirando fuori quelle lucine, quelle stole, scialli o coperte confortanti e quei calzettoni super-caldi per stare in pace al calduccio.

Ma la vera bella notizia dov’è? Che hygge e vita sana non devono essere una contraddizione in termini. Pensate ad esercizi dolci da fare in casa - yoga, pilates e tai chi sono tutti ottime scelte. Pensate a piatti che vi facciano sentire bene, insomma comfort food – come delle belle zuppe e degli stufati caldi – che siano però bilanciati e nutrienti. Pensate a bevande che vi riscaldino, a base di frutta, come il Vin Brulé. Pensate in profondità e attenzione al significato anziché “fast and furious”. Non sappiamo voi, ma noi potremmo davvero prendere l’abitudine a questa vita hygge-vole!

Ricette con un tocco di hygge

PS: e perché non date un’occhiata a queste idee super-golose, confortanti e sane dalla sezione RICETTE del nostro sito? Sono un modo bello e gustoso di godersi un po’ di hygge!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Riscoprire le gioie di stare insieme durante le Feste

Pubblicato da Sunsweet - 08/12/2016

Perché non provare a fare in modo che questo Natale sia davvero un momento gioioso da godere in famiglia e con gli amici? Vi introdurremo a un piccolo segreto … Conoscendo un paio di trucchi - e con lo zampino di Sunsweet – potreste riuscirci!

Natale. Tempo che avvolge ogni cosa di gioia, di gratitudine e di buona volontà per tutti gli esseri umani. Mmmh. Stando, piuttosto, alle statistiche riportate sulla rivista inglese Psychology Today, un senso di angoscia e addirittura di depressione può essere la nota dominante durante il periodo delle Feste. Possono essere mille le ragioni che spiegano il vedere tutto nero in questo preciso momento dell’anno. Fattori come il Disordine Affettivo Stagionale (in inglese Seasonal Affective Disorder, le cui iniziali formano la parola SAD = triste). O il fatto di sentirsi sotto pressione da un punto di vista emozionale per avere tutto perfetto. Problemi finanziari. O la prospettiva di un altro Natale puramente commerciale, che ci lascerà l’impressione di aver perso di vista il significato più autentico della festa.

Se vi sentite davvero giù, vale la pena di parlarne con uno specialista. Ma e invece è più una questione di sovrapposizione di impegni e scadenze dovuto a questo periodo, continuate a leggere. Lo stress e la tensione delle Feste, specie per quando si tratta di trovarsi insieme, possono essere alleggeriti se avete un paio di trucchi dalla vostra parte e riuscire a pianificare un minimo. Dopotutto, è il momento in cui serve avere – o essere – il jolly della situazione!

Attendere (e attendersi) l’inatteso

Abituatevi a prepararvi in anticipo per il periodo natalizio. Cucinate zuppe e stufati in quantità, per tempo, e surgelateli in porzioni singole. Così, se a pranzo o a cena avrete ospiti all’ultimo minuto, vi basterà semplicemente scongelare le porzioni che vi servono. Avrete un pasto caldo pronto in pochi attimi e con zero agitazione. Questo vi lascerà liberi di godervi la compagnia, anche imprevista. La vita è troppo breve per passarla nascosti in cucina quando c’è da divertirsi!

Superstar della dispensa

Un frigo ben fornito e una dispensa ben organizzata possono anch’essi essere alleati utili nella battaglia contro lo stress prenatalizio. In casa, abbiamo quasi tutti un sacco di ingredienti-base come bacon, formaggio, frutta secca e frutta a guscio. In meno del tempo che ci vuole per fare un vin brulé, qualche fetta di pancetta – di qualsiasi tipo – e un pacchetto di prugne possono trasformarsi in bocconcini sfiziosi, insomma le prugne avvolte nella pancetta. E se avete ancor meno tempo – o poco posto nel forno – che ne dite di questa variante che non richiede cottura? Tagliate le prugne nel senso della lunghezza. Riempitele di formaggio cremoso. Potete per esempio mescolare caprino e Gorgonzola, che stanno benissimo insieme, e aggiungere una noce. Avvolgete ogni prugna così farcita in una striscia di prosciutto. Fissate il tutto con uno stecchino, disponete su un bel piatto e gustate!

Fatevi ispirare!

Che sia per un allegro ritrovo di famiglia o qualcosa di più formale, il nostro miniricettario “Let’s Party!” è pieno, pienissimo di ispirazioni. Dai formaggi filanti alle insalate fresche, croccanti. Dalle tartine salate più fragranti alle mouse di cioccolato più voluttuose. Le nostre idee sono incredibilmente semplici e decisamente deliziose. Una combinazione vincente per quando è il momento di festeggiare. Molte delle ricette si possono preparare in anticipo e molte si possono mangiare con le dita - fingerfood di nome e di fatto - senza la fastidiosa incombenza dei piatti da lavare.

Qual modo migliore di trascorrere una sera d’inverno che riunire gli amici e le persone più care intorno al caminetto (o ciò che ne fa le veci) e servir loro una festa di cibo? Seguite questi suggerimenti e forse – forse sì! – anche voi vi godrete la festa.

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Natale: regali gastronomici, gradimento assicurato

Pubblicato da Sunsweet - 17/11/2016

Non vorremmo insistere, ma Natale è dietro l’angolo! Che ne dite, potrebbe essere proprio questo l‘anno in cui - con un po‘ di pianificazione – portate al minimo lo stress e al massimo la gioia, con tanti bei momenti da ricordare?

Nell’era della tecnologia, rischia di aumentare troppo la pressione a fare un Natale in famiglia perfetto e all’ultima moda. I social media ci inondano di immagini piene di lusso e di stile, fuori portata per molti di noi. Ma prima di farci abbattere e demoralizzare da modelli irraggiungibili, perché non ci prendiamo un po’ di tempo per andare alle radici di ciò che lo spirito del Natale significa veramente per noi e per le persone che amiamo? Se noi e voi un po’ ci somigliamo, famiglia e amici, cibi della festa e divertimenti saranno in cima alla lista.

Allora, perché quest’anno non vi organizzate per tempo dedicando un giorno o due a preparare dei bei regali gastronomici per i vostri cari e gli amici vicini e lontani? Potete coinvolgere tutta la famiglia – i bambini di tutte le età hanno davvero la loro parte da fare. Anche i più piccoli possono aiutarvi a disegnare o decorare le etichette che andranno su bottiglie e vasetti, per esempio. Non vi pare un bel modo per passare un grigio weekend autunnale? Riempire la casa di profumi che evocano il periodo delle Feste, creando regali unici, golosi e con il vostro tocco personale!

La psicologia e l’aspetto positivo dei regali fatti in casa

Secondo Allison Pugh, sociologa dell’Università della Virginia, fare un regalo è “un’espressione del fatto che si tiene veramente all’altra persona e si sa che cosa desidera." Chi non vorrebbe un dolce natalizio fragrante, una golosità speziata, una marmellata genuina coi colori delle pietre preziose o – questo per i più viziati – un vasetto di frutta al liquore o un torrone di pasticceria? A Natale, i regali gastronomici e le sorprese foodie fatti da voi sono doni da godere anche durante l’Anno Nuovo.

Peraltro, uno studio pubblicato negli USA sul Journal of Marketing ha rivelato che le persone percepivano i regali fatti in casa come più “sentiti” e che – genericamente parlando – l’amore era il messaggio espresso dal dono. Anzi, gli autori dello studio hanno scoperto che i prodotti fatti a mano erano visti come “letteralmente imbevuti d’amore”. Allison Pugh concorda e commenta “se i regali sono espressione e creazione d’amore, uno dei modi migliori di farli è mettere nel dono il proprio tempo. Quello sarà sempre un dono davvero potente." E anche noi siamo più che d’accordo!

Regali golosi, tutti da mangiare

I facilissimi shortbread salati prugne e rosmarino: sono crackers gustosi perfetti all’antipasto con formaggi o affettati; perché non prepararne il doppio e farne anche un pacchetto-omaggio per ogni ospite, chiuso con un bel nastro? O, se volete cimentarvi con qualcosa di più elaborato, i biscotti alle prugne con cioccolato biancoo il nordico Stollen ! I biscotti durano anche 8 settimane se ben conservati, ma sono al loro meglio se li si mangia entro un mese. Anche lo Stollen dura a lungo, se ben coperto e tenuto in un luogo fresco e asciutto. Sì, perché come tutti gli sformati diventa più umido e fragrante col tempo. Attingendo alle ricette dei pasticceri famosi, un’idea natalizia da portare a casa di amici è il plum-cake di Luca Montersino- con la ricetta che vi diamo ne fate due! Un altro dolce che potete facilmente trasformare in regalo è il torrone morbido di Loretta Fanella.

Potete mettere i vostri prodotti in bei sacchetti o scatoline, chiedendo magari ai più piccoli – figli, nipotini – di disegnare etichette su cui aggiungere suggerimenti per gustare il vostro regalo al meglio – una fetta di Stollen, per dire, è deliziosa se scaldata e accompagnata da un cucchiaio di marmellata di arance e prugne …

Buon divertimento!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Siate amici della tecnologia

Pubblicato da Sunsweet - 10/10/2016

Negli ultimi dieci anni il nostro utilizzo di internet è aumentato esponenzialmente. La rete è stata incolpata di molti problemi, tra cui le nostre vite sempre più sedentarie. Eppure è una parte importante del nostro quotidiano, nonostante i titoli di tono negativo e allarmante apparsi sui media. Ma può in realtà, la tecnologia, servirci per costruire vite sane, felici ed equilibrate?

Nonostante sia una parte enorme della vita di oggi, il mondo online spesso gode di una cattiva fama. Se si crede a quanto si legge sulla stampa, abbiamo sostituito la dipendenza da divano con la dipendenza da mouse – entrambe sedentarie e poco sane – e passiamo ogni attimo libero navigando in rete. I social media – in tutte le loro forme (– sono stati incolpati della bassa percezione del proprio corpo e della scarsa autostima che tocca ogni tipo di gruppo demografico presente. Dietro la paura sembra esserci, in effetti, un briciolo di verità.

Secondo l’Ofcom, l’organo regolatore per le comunicazioni del Regno Unito – che corrisponde alla nostra analoga Autorità Garante – nella sola Inghilterra le persone ora trascorrono online il doppio del tempo rispetto a dieci anni fa e si potrebbe dare per certo che accada qualcosa di simile in tutta Europa. Molto di quel tempo, certamente, lo si trascorre senza muoversi. Le statistiche pubblicate dalla rivista medica The Lancet suggeriscono che l’attività fisica inadeguata è responsabile di oltre 5 milioni di morti ogni anno – fatti che fanno riflettere.

Ma davvero con la tecnologia tutto il male vien per nuocere?

Al suo meglio, internet offre una grande varietà di fonti di materiale educativo aggiornato scritto in modo piacevole e accessibile. Molto di questo materiale è del tutto gratuito. Il nostro blog, ovviamente, ne è un ottimo esempio! Che preferiate app o siti, social media o newsletter online, in rete ci sono moltissimi contenuti fatti per aiutarvi nella vostra conquista di uno stile di vita più sano. Date un’occhiata ai nostri 3 super-consigli tech, siate selettivi e informatevi.

  1. Newsletter – Scegliete fonti affidabili

    Iscrivetevi a un paio di newsletter di lifestyle. Sceglietele da fonti fidate, su argomenti che vi interessino – il sovraccarico di informazioni non è il nostro obiettivo, qui – e prendete ispirazioni per tutto, dalle ricette per cene sane e veloci durante la settimana a consigli su come mantenervi attivi, in qualsiasi momento dell’anno.

  2. Video online per fare esercizio

    Visto che le giornate si accorciano e le temperature scendono, la motivazione può venir meno. Ma non bisogna lasciar cadere le buone abitudini di attività fisica. È meglio mantenere un programma di esercizi valido per tutto l’anno, così che diventi un altro rituale quotidiano, qualcosa di automatico come lavarsi i denti. C’è anche un altro ambito in cui la tecnologia può esservi alleata. Qualsiasi forma di attività fisica facciate – dalla boxe dolce allo yoga duro – potete star sicuri di trovare un programma online che va nella vostra stessa direzione. Mettete allora in forno un piatto unico – ricordandovi di rimanere su ricette sane e, intanto che cuoce, fate partire il vostro video di esercizi e muovetevi.

  3. Monitorare i progressi della vostra forma fisica

    Che si tratti di monitorare con sofisticati diari alimentari le calorie ingerite giorno dopo giorno, o piuttosto, che si tratti di tracciare i livelli dell’attività fisica svolta, di imparare tecniche di rilassamento come la mindfulness o di tenere d’occhio il vostro ciclo, c’è sempre un’app che lo fa per voi! Parlando su Fox News, Scott Snyder – un innovatore del settore – ha dichiarato: “Lo scopo ultimo di queste app è quello di cambiare i comportamenti. I piccoli cambiamenti sono una grande vittoria complessiva per la salute.” Siamo d’accordissimo!

Come per quasi ogni cosa, un buon equilibrio è di importanza cruciale. Usate tutto con moderazione - tecnologia inclusa – e non sbaglierete!

Siete in cerca di altre ispirazioni? Beh, perché non date un’occhiata alla nostra Guida per uno stile di vita più sano?

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Attività fisica e salute delle ossa

Pubblicato da Sunsweet - 06/10/2016

L’osteoporosi è un problema globale, colpisce fino a una donna su tre e un uomo su cinque. Fattori genetici potrebbero avere un ruolo nella probabilità che un individuo ha di ammalarsi di osteoporosi, ma anche fattori connessi allo stile di vita possono influire. Ci sono però dei semplici passi da fare – come attività di caricamento del peso, rafforzamento dei muscoli - per migliorare la salute delle ossa. 


Ma quanto è diffusa l’osteoporosi?

Questa patologia causa alle ossa un indebolimento tale, che esse sono più facilmente soggette a fratture. Secondo la IOF, fino a una donna su tre e un uomo su cinque (dai 50 anni in su) soffriranno una frattura da osteoporosi. Queste fratture possono risultare dolorose, causare disabilità a lungo termine o addirittura diventare una minaccia letale.

Si può fare qualcosa per riuscire a prevenire l’osteoporosi?

Benché fattori genetici possano avere un ruolo nella probabilità che un individuo ha di ammalarsi di osteoporosi, anche fattori connessi allo stile di vita possono influire. Ci sono però dei semplici passi da fare per migliorare la salute delle ossa e non dipendono dal sesso, dall’età o dalla condizione di salute delle ossa. Eccone alcuni:

  • Attività di caricamento del peso, rafforzamento muscolare
  • Una dieta equilibrata, ricca di nutrienti come calcio, proteine e vitamina D
  • L’eliminazione delle sigarette e un consumo limitato di alcool

Il ruolo dell’attività fisica

Costruire e mantenere una buona salute ossea è essenziale sia per gli uomini che per le donne - e a tutte le età. L’attività fisica è davvero un eccellente punto di partenza, per costruire e mantenere forza nelle ossa e nei muscoli. Gli adulti che fanno poco esercizio perdono densità ossea più velocemente rispetto alle loro controparti in forma scattante. E le persone anziane sedentarie saranno probabilmente molto più soggette a fratture. Secondo la IOF, questo accade perché le ossa rispondono e si rafforzano quando vengono sollecitate e il modo migliore per farlo qual è? Fare molta attività di caricamento del peso.

Quali sono le attività di caricamento del peso?

Le attività di caricamento del peso – del tipo utile all’ossatura – sono tutte quelle che richiedono una contrapposizione alla forza di gravità. Nuotare e andare in bici, ad esempio, non lo sono, ma buoni esempi possono essere:

  • Sollevamento pesi
  • Trekking
  • Corsa
  • Tennis
  • Danza

Perciò, cosa aspettate? Le vostre ossa – per non parlare di tutto il resto del corpo – vi ringrazieranno per un buon allenamento come si deve.

Perché Sunsweet è coinvolta nella campagna?

Nell’ambito di una dieta nutriente, frutta e verdura consumate in abbondanza possono avere un impatto positivo sulla salute complessiva dell’organismo. E la salute delle ossa non fa eccezione. Sapevate che le prugne possono essere un alleato per gestire la salute ossea? La ricerca scientifica suggerisce che i nutrienti in esse contenuti – come la vitamina K e il manganese – possono aiutare nel mantenimento di ossa sane. Aumentano i motivi per far scorta di queste piccole - e golose - ricariche di energia! 

Per maggiori informazioni

Se desiderate saperne di più sulla salute delle ossa, date un’occhiata alla sezione del nostro sito dedicata a questo argomento. O visitate anche la nostra libreria virtuale da cui potete scaricare documenti informativi, di piacevole lettura, tra cui:

Attenzione:  Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Il fascino gustoso delle fibre

Pubblicato da Sunsweet - 15/9/2016

Cosa sono esattamente le fibre? Perché il corpo – ogni corpo – ne ha bisogno? E se non ne consumiamo abbastanza, cosa succede al nostro organismo? Come possiamo essere sicuri di continuare ad assumerne a sufficienza? Leggete qui per scoprire tutto ciò che tutta la famiglia dovrebbe sapere sulle fibre nell’alimentazione.

Il fascino sano delle fibre

OK. Magari tra gli argomenti sulla salute, le fibre – e il loro ruolo e contributo al buon funzionamento del dell’organismo – non hanno tanto glamour. Eppure le fibre sono qualcosa di importante quando si parla di salute. Mentre la pressione sul nostro tempo sembra aumentare all’infinito e proliferano pasti veloci ma poveri di nutrienti, molti di noi in pratica non assumono fibre a sufficienza dal cibo che consumano regolarmente.

Sì, ma le fibre cosa sono?

In sintesi, le fibre sono le piccole parti di alimenti come cereali, ortaggi e frutti che non possono essere digerite nell’intestino tenue. Anzi, le fibre passano oltre nell’apparato digerente prima di essere scomposte dall’azione batterica nel colon. Aumentare le fibre bella propria alimentazione – nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata – può servire ad ammorbidire le feci, facilitandone il transito e aiutandovi a mantenere in movimento i complessi ingranaggi dell’apparato digerente!

Se volete capire in maggiore dettaglio come funziona la digestione, allora potrà interessarvi il nostro rapido giro dell’apparato digerente

A quando pare, inoltre, le fibre hanno anche un altro ruolo, di ancor più cruciale importanza. Il WCRF - Fondo Mondiale per La Ricerca sul Cancro - ha riconosciuto che le fibre nell’alimentazione hanno un ruolo protettivo contro i tumori intestinali – e ricordiamo che l’AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul cancro, riporta che in Italia il tumore del colon retto è il terzo più riscontrato dopo i tumori della cute e della mammella .

Tipi di fibre

Le fibre si dividono tipicamente in due gruppi:

  1. Fibre insolubili:

    questo gruppo comprende le bucce dei frutti, i gambi e le foglie delle verdure e i rivestimenti e i gusci dei semi. Le fibre insolubili vengono scomposte più lentamente dal processo digestivo e la loro massa facilita l’evacuazione delle feci.

  2. Fibre solubili:

    fermentano in modo più complete nel colon, trattengono i liquidi, ammorbidendo le feci e rendendone più agevole il passaggio.

Molte parti dei vegetali contengono sia fibre solubili che insolubili. Per esempio, le bucce delle prugne sono composte di fibre insolubili, mentre la polpa e il succo sono composti di fibre solubili.

Stitichezza - che fare?

Se avete questo problema, è importantissimo cercare di assumere almeno 5 porzioni di frutta o verdure al giorno. Frutta secca ricca di fibre e succhi di frutta naturali, non dolcificati, valgono entrambi per questo conteggio. Già 3 prugne al giorno fanno una delle 5 porzioni!

Meglio evitare i cibi altamente elaborati in quanto tendono ad avere in maggior quantità grassi, sale e zucchero a fronte di uno scarso contenuto in fibre. Provate ad abituarvi a cucinarvi il cibo che mangiate. La sezione ricette del nostro sito è una fonte dove prendere ispirazioni. Sane ispirazioni.

Il ruolo dei liquidi

Per aiutare le cose a muoversi, dal punto di vista digestivo, s’intende – è importante accertarsi di bere molto. Se vi state sforzando attivamente di aumentare l’assunzione di fibre nella vostra dieta, accertatevi di aumentare in proporzione anche la quantità di liquidi. L’organismo è superefficiente nell’estrarre liquidi dal colon quando è necessario per le funzioni fisiche. E anche una lieve disidratazione può portare alla formazione di feci dure, dal transito difficoltoso. Un’utile regola generale sono sei-otto bicchieri al giorno; bere acqua o di succo di frutta diluito è una buona scelta.

Se però, intorno al ruolo delle fibre nell’alimentazione, volete scoprirne di più- specie se soffrite di sindrome dell’intestino irritabile con stitichezza, date un’occhiata alla nostra guida , ricca di idee e consigli messi a punto dagli esperti:


Fonte: 
http://www.airc.it/cancro/cos-e/statistiche-tumori-italia/

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Passi concreti per mantenere un peso sano

Pubblicato da Sunsweet - 18/8/2016

A dar retta ai titoli dei media, l’obesità ha ormai raggiunto proporzioni epidemiche. I nostri bambini sono più che mai sovrappeso. E la salute degli adulti paga l’effetto negativo dell’allargarsi del giro-vita, che sfocia in una maggiore propensione al rischio di cancro, malattie cardiologiche, diabete. Ce n’è abbastanza per allungare le mani su una tavoletta di cioccolato. Anzi, no: fermatevi! Non è mai troppo tardi per fare qualcosa di positivo per gestire il vostro peso.

Quando si mangia per confortarsi

Gli stretti legami esistenti tra stress, tendenza a confortarsi con cibi ricchi di grassi e stracarichi di zucchero e conseguente aumento di peso non possono essere ignorati. Stando a uno studio dell’American Psychological Association, un quarto degli americani valuta il proprio livello di stress – in una scala da 1 a 10 – con un punteggio di 8+. Di certo lo stress sembra avere un impatto avverso sulle nostre preferenze alimentari. Quando la vita si fa dura, cerchiamo cibo spazzatura! E poi, quando siamo stressati, dormiamo meno, ci muoviamo meno e beviamo più alcolici. Nessuno di questi comportamenti fa bene al nostro giro-vita.

Alcuni ricercatori della Harvard University ci propongono un trio di consigli di buon senso per contrastare lo stress:

  • Meditazione: questa pratica potrà rendervi più consapevoli del vostro umore e più capaci di compiere scelte alimentari sane.
  • Movimento: attività come yoga e tai chi uniscono movimento e meditazione – una combinazione vincente su entrambi i fronti!
  • Supporto sociale: qualcuno che vi presta orecchio, quando avete bisogno di sfogo - insomma qualcuno nella vostra rete di contatti che vi sia di supporto. Scegliete quella persona con saggezza. Potrebbe essere un amico, un familiare o un collega. Anche questo potrebbe aiutarvi ad alleviare i sintomi dello stress.

Allontanare la tentazione

Una mossa importante quando si tratta di gestire il proprio peso è – tutte le volte che sia possibile – allontanare la tentazione. Avere troppo sotto mano i propri cibi di conforto preferiti equivale al cercarsi dei problemi. Perciò: fate provvista di frutta fresca e di verdura. Sostituite biscotti e patatine con frutta secca e frutti a guscio. Al posto delle bibite gassate prendete succhi senza zuccheri aggiunti. Sono pochi, piccoli cambiamenti capaci di fare un’enorme differenza.

Le prugne: come possono servire per perdere peso?

Le prugne sono dolci, gustose e versatili – sia mangiate così come sono, sia aggiunte come un tocco fruttato a una ricetta che amate. Ma forse vi stupirete nel leggere che secondo una ricerca dell’Università di Liverpool, mangiare prugne secche può essere un aiuto concreto per accelerare la perdita di peso.

Lo studio di questa università, svolto su 100 persone, ha testato se in un periodo di 3 mesi, mangiare questo frutto - nell’ambito di una dieta dimagrante – aiutasse o intralciasse il controllo del peso. I risultati sono stati interessanti, dal momento che si è scoperto che coloro che mangiavano prugne hanno avuto un calo di peso maggiore rispetto al gruppo di controllo nelle ultime quattro settimane dello studio e che dopo l’ottava settimana si sentivano anche più sazi. Si sentivano più pieni. Jo Harrold, il medico che ha condotto la ricerca, ha dichiarato: "Le prugne secche possono fare bene a chi è a dieta perché combattono la fame e soddisfano l’appetito; una grande sfida quando si tenta di mantenere il peso che si è riusciti a raggiungere perdendo chili."

Tenetevi pronti!

Con una fruttiera sempre piena, un bell’assortimento di frutta secca e succhi naturali sotto mano, un snack sano non è mai troppo distante. I frullati sono dolci e appaganti e si possono preparare in pochi secondi. E cosa c’è di più comodo di una manciata di prugne – gustate così, anche da sole. Potete anche dare un’occhiata alle nostre ricette per trovare tantissime sane ispirazioni!

PS: lo sapevate che le prugne possono essere inserite in numerose diete speciali? Per esempio per intolleranti al glutine, diabetici, vegani o vegetariani … Scoprite di più sui benefici delle prugne per la salute anche leggendo le risposte di Sunsweet alle domande più frequenti

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.