ECCO LE NOTIZIE

PIU’ FRESCHE
Sunsweet is an agricultural cooperative

Sunsweet Prunes

Blog

Noi pubblichiamo regolarmente nel nostro blog notizie aggiornate sul benessere, ricette ed altro.

È scientificamente provato. Il potere di una parola - ‘grazie‘!

Pubblicato da Sunsweet - 23/8/2018

Ci sono modi molto semplici per migliorare decisamente e sostenibilmente il vostro benessere psicofisico. Leggete le prove scientifiche a favore delle persone che sanno mettere l’accento su positività e riconoscenza. Cominciate dalle cose piccole e - prima ancora di rendervene conto – avrete un sacco di felicità!

Provate con un po’ di gratitudine e riconoscenza!

La primavera può essere il momento ideale per una revisione. Un’occasione per fare ordine in noi stessi e – una volta per tutte – liberarci delle vecchie abitudini che non ci servono più, per abbracciarne di più nuove e più sane. Abitudini come celebrare le feste – come la Festa del Papà o della Mamma, la Pasqua – e ricordarle, in un modo che ce le renda significative. Abitudini come festeggiare i successi – grandi e piccoli. Abitudini come notare le cose positive, per quanto minime, ed esprimere gratitudine per queste. Ci sono prove scientifiche del valore sia psichico sia fisico di questi semplicissimi cambiamenti graduali nelle abitudini quotidiane.

Saper festeggiare

Dall’Università di Berkeley, il Greater Good Science Center (GGSC) ci offre convincenti ragioni per abituarci ad essere riconoscenti. Secondo Juliana Breines, che scrive sul sito istituzionale dell’organizzazione, la ricerca sulla felicità – in corso da una ventina d’anni – ha un messaggio-chiave per tutti: dire “grazie”.

Dopo aver analizzato i risultati di innumerevoli studi scientifici, il GGSC ha scoperto che sviluppare un atteggiamento di gratitudine e riconoscenza può, tra l’altro:

  • avere un impatto positivo sul nostro benessere psichico e sulle nostre relazioni
  • ridurre la probabilità di ammalarci di depressione
  • aumentare la nostra resilienza nell’affrontare le molte inevitabili sfide della vita

Lamentarsi e pensare sempre al peggio possono, fin troppo facilmente, diventare un’abitudine. Se peraltro si guarda ai messaggi con cui siamo bombardati – dai notiziari TV tutti i giorni per tutto il giorno – il tono è in prevalenza cupo. Ma niente panico. Il GGSC ha sintetizzato quattro semplici mosse utili a coltivare un sano senso di gratitudine nonostante tutto quello che la vita ci getta addosso.

Essere riconoscenti. In 4 facili mosse.

  1. Contate le vostre “fortune”

    Ricordate che anche nella giornata più brutta sarà pur successo qualcosa di buono. Spendete qualche minuto per annotarvi queste cose buone, per piccole e insignificanti che possano sembrare. Secondo uno studio del Positive Psychology Center dell’Università della Pennsylvania, “quest’esercizio, fatto ogni giorno per una settimana, ha portato a miglioramenti in termini di felicità durati sei mesi”. Fa impressione, vero?

  2. Fate sottrazioni mentali

    Senza stressarvi troppo nel farlo ... immaginate che qualcosa che ora avete non ci sia più. Applicato agli oggetti, al lavoro e addirittura alle persone, già da solo questo giochetto potrebbe bastare per farvi apprezzare quelle cose e persone e smettere di darle per scontate!

  3. Assaporate

    Nel loro libro sull’arte di gustare la vita (“Savoring: A New Model of Positive Experience” - non tradotto in italiano) Fred B. Bryant e Joseph Veroff elogiano le virtù di una regolare “passeggiata per assaporare”. Camminare da soli per una ventina di minuti, facendo scrupolosa attenzione a ciò che vedete, fiutate etc etc intorno a voi, può – a quanto hanno scoperto gli autori – avere un effetto positivo sui vostri livelli di felicità anche per tutta la settimana dopo.

  4. Dite “grazie”

    Davvero, potrebbe esserci qualcosa di più semplice? Immaginate anche illuminarsi lo sguardo di chi riceve il vostro ringraziamento. Questa situazione è un classico win-win – ci guadagnano entrambe le parti.

Ragioni per essere riconoscenti – pensate alle prugne!

E mentre ci sentiamo l’animo in festa e ringraziamo per le piccole cose, sentiamo che cosa si dice delle prugne:

Le prugne: uno snack ultrarapido che tutto di frutta. Una nota ricca e golosa in un pasto festivo elaborato. E un sacco di altre cose belle e buone. Comode, naturali, le prugne sono un’aggiunta splendidamente versatile a tanti piatti, sia dolci che salati – lo meritano davvero un pizzico di riconoscenza.

E così, abbiamo riconosciuto che le prugne secche sono deliziose. Ma sapevate anche che possono davvero farvi bene? Seguite il link per scoprire altre ragioni in più per dire “grazie” alle prugne Sunsweet!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi di salute.

Yogurt gelato, prugne e lamponi, un’alternativa super-sana ai gelati!

Pubblicato da Sunsweet - 16/8/2018

Tutti moriamo dalla voglia di un dolcetto, a volte. Ma sceglierne uno carico di zuccheri raffinati e di grassi ci lascia magari intorpiditi e pieni di sensi di colpa. Dite “ciao” a questo Yogurt gelato. È un’alternativa super-sana ai gelati. E con solo tre ingredienti - lamponi, yogurt e prugne – farvi questa delizia non potrebbe essere più semplice di così!

Ingredienti

200 g yogurt naturale (3.5 % di grassi)
100-125 g prugne Sunsweet
250 g lamponi surgelati (da non lasciar scongelare)

Facoltativo:
4 cialda

Preparazione

  1. Versare lo yogurt, le prugne e i lamponi nel bicchiere del mixer o del frullatore. Frullare inizialmente a velocità lenta, poi media, spingendo più volte i lamponi verso il fondo con un pestello. Se il gelato non è abbastanza consistente, si può dividere a porzioni in bicchieri da dessert e lasciarlo nel freezer da 30 a 60 minuti. Altrimenti, metterlo subito in bicchieri da dessert o su cialda da gelato.

Variante vegana: yogurt di soja al posto dello yogurt naturale.

L’idea in più: un mixer potente rende il gelato particolarmente cremoso. Un frullatore a immersione funziona invece fino a un certo punto. Se non ci sono alternative, è meglio prima scongelare i lamponi e poi frullare il tutto finemente, poi raffreddare in una gelatiera (seguendo le istruzioni) o in freezer. In quest’ultimo caso, dividere il composto in 4 formine di silicone e mettere in freezer per 3-4 ore (senza lasciare che indurisca troppo). Prima di servire, sformare ogni gelato e presentarlo su un piattino. 

Ultimissime sulla Sindrome dell‘intestino Irritabile con Stitichezza

Pubblicato da Sunsweet - 09/8/2018

La Sindrome dell‘intestino Irritabile con Stitichezza è un disturbo sorprendentemente comune. Per i suoi sintomi penosi e potenzialmente limitanti, vorrete stroncarla sul nascere. Tranquilli. Ci sono moltissime soluzioni di autocura che funzionano.

La sorprendente diffusione della SII

ISe soffrite di Sindrome dell’Intestino Irritabile (SII), non siete soli. Stando ai dati dell’IFFGD (*), il 10-15% della popolazione mondiale accusa questo stesso disturbo. Interessante è anche il fatto che le donne, rispetto agli uomini, hanno il doppio delle probabilità di soffrirne. Il 40% delle persone presenta una SII leggera, il 35% soffre di una forma di SII moderata e il 25% invece, grave. Eppure molti ancora non sanno riconoscerne i sintomi.

(*) siglia di “International Foundation for Functional Gastrointestinal Disorder”, la Fondazione Internazionale per i Disturbi Gastrointestinali

Che cos’è la SII e quali cause ha?

La SII è una condizione relativa a sintomi - altrimenti inspiegabili – che colpiscono l’apparato digerente. Tali sintomi possono molto variare per gravità e durata ed essere anche intermittenti. Benché le cause specifiche della SII siano poco chiare, fattori psicologici come lo stress possono scatenare la comparsa dei suoi sintomi. Anche dieta, cibo e modo di mangiare possono incidere sui sintomi; molti notano l’acuirsi dei sintomi dopo i pasti e questo li porta a congetturare potenziali allergie o intolleranze alimentari.

La Sindrome dell’Intestino Irritabile è stata classificata in forme diverse in base ai sintomi: SII con diarrea; SII con stitichezza; oppure SII mista, che comprende tratti di diarrea e stitichezza.

Chi soffre di SII con Stitichezza, soffre, sostanzialmente, di stitichezza.

Le prugne e la regolarità intestinale

Le prugne hanno un alto contenuto in fibre e contribuiscono alla regolarità intestinale – quando se ne consumano 100g al giorno, avendo un’alimentazione varia ed equilibrata e uno stile di vita attivo. E, a differenza di molti altri succhi di frutta, il succo di prugne è fonte di fibre.

Trattare i sintomi della SII con Stitichezza

I sintomi della SII con Stitichezza spesso si possono trattare con cambiamenti nell’alimentazione e nello stile di vita. Le persone che soffrono di questo disturbo possono fare qualcosa per alleviarne i sintomi già solo modificando l’apporto di fibre nella loro dieta. I due tipi principali di fibre sono quelle solubili (che l’organismo digerisce) e quelle insolubili (non digeribili). Tra le fibre solubili troviamo fiocchi d’avena, frutta e verdura. Tra i cibi con fibre insolubili troviamo invece il pane integrale e i cereali. Se soffrite di SII con Stitichezza, è sensato provare ad aumentare la quantità di fibre nella vostra dieta e assumere più liquidi.

L’IBS Network UK, ente britannico che si occupa di SII, divulga, come da tradizione, consigli di carattere nutrizionale per trattare la stitichezza e raccomanda:

  • Aumentare l’apporto di fibre nella dieta, aggiungendo semi di lino, cereali, etc
  • Fare colazione ogni mattina con fiocchi d’avena e frutta secca – specialmente prugne e albicocche
  • Mangiare più frutta e verdura; prugne e barbabietole possono essere particolarmente utili

C’è un aiuto a portata di mano per chi soffre di SII con Stitichezza?

Sì, c’è, e forse sarà un sollievo saperlo. Concretamente, abbiamo collaborato con l’IBS Network UK (un ente benefico che nel Regno Unito assiste chi soffre di Sindrome dell’Intestino Irritabile) e insieme abbiamo realizzato un opuscolo completo e documentato con informazioni aggiornate e utili consigli su come gestire la SII con Stitichezza. Questo ente punta anche a promuovere un programma di autocura per i pazienti, dando loro informazioni qualificate e assistenza. Quell’opuscolo ve lo offriamo gratis.

Allora, scaricate “Dieta, ricette e linee-guida sulla stipsi da sindrome dell’intestino irritabile (SII)” per scoprire di più su:

  • Spunti e consigli per l’alimentazione
  • L’importanza delle fibre nel trattare la SII con Stitichezza
  • Cibi da preferire
  • Cibi da evitare
  • Un esempio di programma quotidiano dei pasti

PS: cercate altre informazioni sulla digestione e dintorni? Sono nella sezione dedicata alla digestione .

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Sandwich danese integrale

Pubblicato da Sunsweet - 02/8/2018

C’è sandwich e sandwich. Celebrando tutto ciò che è hygge, potete farvi questo Sandwich danese integrale. Generosamente coperto di formaggio cremoso, avocado e salmone affumicato vale come sostanziosa colazione, per una pausa-pranzo o uno snack bello robusto. E le prugne Sunsweet gli danno un tocco di fragranza in più!

Ingredienti

100 g di prugne secche della California 
½ mazzetto di aneto 
100 g di formaggio fresco 
50 g di yogurt  
3 cucchiai di senape di Digione 
1 cucchiaio di miele 
2 avocado 
200 g di pomodori ciliegini 
300 g di salmone affumicato 
6 fette di pane danese integrale 
100 g di germogli 

Preparazione

  1. Tritare finemente le prugne e l'aneto e mescolare con il formaggio fresco, lo yogurt, la senape ed il miele. Tagliare a metà gli avocado,  togliere i semi e tagliare a fette la polpa. Tagliare a metà i pomodorini. Tagliare il salmone in larghe strisce.
  2. Tostare le fette di pane e spalmarle con la massa di prugne. Ricoprire con insalata e con i restanti ingredienti. Guarnire con i germogli e servire.

Non viaggiate con il Mal di pancia!

Pubblicato da Sunsweet - 27/6/2018

A stagione vacanziera in corso, abbiamo tutti sentito la nostra parte di aneddoti sul #maldipancia del viaggiatore – a volte anche con troppi dettagli! Lo sapevate che seguendo alcuni semplici passi, potete – voi e tutta la famiglia – aumentare di molto le probabilità di viaggiare bene e digerire altrettanto bene?

Preoccupazioni sulla sicurezza del cibo e probabilità di spiacevoli conseguenze. Apparato digerente totalmente sfasato. Una vacanza in famiglia rilassante, memorabile per i giusti motivi. I tre punti appena citati sono una specie di paradosso, una contraddizione in termini? Un’indagine di CondéNet e del California Dried Plum Board ha appurato che problemi di digestione sono di fatto molto comuni tra i vacanzieri.

  • Oltre il 75% di questi ha occasionalmente avuto problemi digestivi durante il viaggio
  • Il 42% ha sofferto di stitichezza

Qual è la causa del #Maldipancia del viaggiatore?

Quando si viaggia, è importante essere attenti e consapevoli per quanto riguarda la sicurezza del cibo e la salute. Ma ci vuole equilibrio in questa cautela: diventare paranoici per ogni minimo boccone rischia facilmente di rovinarvi la vacanza!

Alcune semplici precauzioni:

  • Controllate se l’acqua del rubinetto locale è potabile. Nel dubbio, preferite l’acqua in bottiglia.
  • Evitate il ghiaccio (in insalate, dessert e bibite) se pensate che l’acqua locale possa avere problemi.
  • Attenetevi a cibi cotti che siano stati appena cucinati e serviti caldi.
  • Scegliete i bar e i caffè più conosciuti e frequentati; chi vive lì è molto probabile che eviti i bidoni!
  • Usate salviette e gel antibatteri – utilissimi per mantenere pulite le mani di tutta la famiglia, quando siete in giro.

Se siete sfortunati, niente panico. Assumete liquidi. Camomilla e un infuso di foglie di lampone sono rimedi naturali che potete provare, per alleviare la diarrea. E i cristalli di zenzero si dice che aiutino a superare la nausea.

E che dire del disturbo opposto, la stitichezza?

Abbandonare le sane abitudini alimentari, mentre si è via. Prendere con sé cibo e snack comodi e convenienti ma ben lontani dall’optimum da un punto di vista nutrizionale. Non dormire abbastanza. Non bere a sufficienza. Faticare ad adeguarsi a forti sbalzi di temperatura. Vivere come uno stress l’intera esperienza del trovarsi lontani da casa. Doversi abituare a ingredienti e odori che non sono familiari. Esiste un mucchio di ragioni per cui la funzionalità dell’apparato digerente può finire per perdere qualche colpo.

"L’interruzione della normale routine e dei soliti schemi è inevitabile quando si è in viaggio. Ma il mangiare in modo inadeguato è qualcosa che si può controllare. Le persone dovrebbero fare attenzione alle proprie scelte alimentari sia in viaggio sia a casa. Tanti non si rendono conto che esistono molti accorgimenti preventivi in grado di alleviare episodi di problemi digestivi che possono capitare strada facendo”, commenta il medico Leslie Bonci, direttore dell’alimentazione per lo sport presso il Medical Center dell’University of Pittsburgh.

Dove possibile, aggiungete frutta e verdura fresca in quantità nella vostra dieta durante la vacanza. Assicuratevi però di portarvi anche confezioni di frutta non deperibile – come le prugne Sunsweet. Le prugne secche sono note per aiutare a mantenere una buona salute digestiva. E il loro sapore dolcissimo piace a grandi e piccoli.

La buona salute digestiva – di questo ci occupiamo!

In Sunsweet, la buona digestione è un tema che ci appassiona e siamo più che felici di condividere il parere dei nostri esperti. Date un’occhiata ai nostri 4 consigli per un intestino sano and un po’ di sprint alle vostre giornate di viaggio .

E per avere informazioni anche più ampie, perché non scaricare (gratis) la nostra Guida al vivere in salute?

Buon Viaggio!

Divertitevi, mangiate con gusto e state bene!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Croccante Insalata di asparagi con mozzarella

Pubblicato da Sunsweet - 21/6/2018

Ogni famiglia dovrebbe avere tra le ricette in repertorio un piatto come questo – goloso e fatto con prodotti fragranti, di stagione. Questa insalata croccante di asparagi con mozzarella è un pranzo fresco e gustoso o una cena leggera, ma anche un fantastico contorno ed è perfetta per un barbecue!

Ingredienti

500 g di asparagi verdi 
60 g di pomodori secchi, senza olio 
30 g di pinoli 
1 mazzetto di basilico 
300 g di spinaci novelli 
150 g di prugne secche della California 
Sale
4 cucchiai di succo di limone
8 cucchiai di olio d'oliva 
Pepe 
Semi di finocchio, tostati e tritati 
300 g di mini mozzarelle di bufala 

Preparazione

  1. Sbucciare gli asparagi nella parte inferiore e rimuoverne le estremità. Infine tagliare obliquamente in pezzi lunghi circa 4 cm.  Tagliare i pomodori secchi a dadini. Tritare grossolanamente i pinoli. Tagliare il basilico a strisce e le prugne a fette. Pulire e lavare gli spinaci.
  2. Sbollentare gli asparagi in acqua salata per circa 4 minuti.  Amalgamare il succo di limone e l'olio con l'aceto, il sale, il pepe ed il finocchio fino ad ottenere una massa omogenea. Aggiungere gli asparagi, i pomodori secchi e le prugne secche e lasciare riposare.
  3. Tagliare a metà le mozzarelle. Aggiungere agli asparagi gli spinaci ed il basilico e disporre sul piatto con la mozzarella. Cospargere con i pinoli.

La bella estate…

Pubblicato da Sunsweet - 14/6/2018

Per chi è la festa? Che sia un compleanno, l’inizio dell’estate o quel che volete, i weekend estivi sono perfetti per ritrovarsi e rilassarsi. C’è un semplice trucco per star certi di divertirsi tanto quanto gli ospiti quando invitate: pianificare prima.


Un menu semplice

Un piatto che faccia scena – per esempio, un pollo marinato o un filetto di salmone in crosta alle erbe – si può mettere in forno e lasciar cuocere da sé. Poi, più o meno un’ora prima che sia pronto, mettete in forno anche delle patatine novelle, intere, con la loro buccia, condite con olio, aromi – perfetto il rosmarino - e un pizzico di sale. Semplici, deliziose.

Arruolate degli aiutanti

Gli ospiti, tante volte, chiedono se possono portarvi qualcosa. Non siate timidi, rispondete “Sì, grazie!”. Date ad ogni ospite un compito o un tema – per un’insalata, per esempio, e lasciateli fare. Potrebbe essere un’insalata verde o una con pomodori o con legumi. O magari una macedonia come dolce. Se non sanno cosa o come preparare, potete sempre suggerire le nostre ricette per ispirarli!

Attivate tutti quanti

Un modo fantastico di rompere il ghiaccio, specie se ci sono anche dei bambini, è chiedere ad ogni famiglia di suggerire il loro gioco preferito da fare insieme all’aperto … Ce l’hai. Nascondino. Bolle di sapone. Palla. Il divertimento partirà all’istante. E l’appetito si farà grande per affrontare con gusto un pasto goloso e bello sano. I bambini avranno legato tra loro abbastanza per continuare a divertirsi anche dopo mangiato, mentre i grandi potranno godersi il meritato relax.

Quando arrivano le feste estive, le prugne fanno la figura dell’eroe misconosciuto. E invece proprio loro possono dare un tocco fruttato a moltissimi piatti e bevande. Per offrire fingerfood e assaggini dolci e salati, pensate alle prugne scottate avvolte nel prosciutto nella pancetta o – ancora più semplice – frutta secca come noci, nocciole e noci esotiche (nei supermercati trovate un magnifico assortimento) combinate con tenere prugne secche tagliate a pezzettoni. Ma potete usarle, le prugne, anche in marinature aromatiche o nelle salse per barbecue e grigliate: aggiungono una ricchezza di sapore che completa molte carni e pesci ed esalta spiedini di verdura e frutta. Le prugne danno un quid in più a insalate, insalatone, macedonie. E sono l’ingrediente perfetto che fa coppia con il cioccolato – qualcuno ha detto brownies? Il succo di prugne, poi, è una base fragrante per moltissimi drink, che siano mocktail o smoothie o cocktail per gli adulti o anche ghiaccioli con cui tutti vorranno rinfrescarsi con dolcezza.

La sezione “Ricette” del nostro sito è ricca di idee da seguire o da usare come ispirazione. E il nostro libretto dedicato a party e feste è pieno strapieno di spunti per rendere i vostri inviti indimenticabili e originali!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Una dispensa ben fornita fa miracoli

Pubblicato da Sunsweet - 13/6/2018

Quando si cerca di mangiare in modo sano, un po’ di pianificazione può fare molto! Con il frigo e la dispensa ben forniti e un ricco repertorio di ricette per piatti sani, buoni e facili da preparare, sbagliare è quasi impossibile!


E’ dura resistere alle tentazioni– soprattutto quando ci sentiamo stanchi e annoiati. È qui che entrano in gioco gli spuntini sani. Concederci uno spuntino sano tra un pasto e l’altro può aiutarci a tenere a bada la fame e a fare scelte più consapevoli durante i pasti. Cercate di avere sempre sotto mano uno snack sano e pratico. La frutta secca– come ad esempio le Prugne SUNSWEET – è un ottimo snack da tenere nel cassetto della scrivania, in borsa o nel cruscotto della macchina in modo da non trovarsi mai sprovvisti di un “tappabuco” sano e goloso.

Pasti che contano

Colazione

Si dice spesso sia il pasto più importante della giornata. Purtroppo è anche uno dei pasti che, nella quotidiana corsa contro il tempo, molti finiscono per saltare. Gli Smoothie (o frullati) sono la soluzione perfetta per una colazione veloce, pratica e super-nutriente. Date un’occhiata alle nostre ricette preferite, ne troverete per tutti i gusti. E – se davvero avete pochissimo tempo– versate il vostro Smoothie in una tazza da passeggio e sorseggiatelo mentre andate al lavoro.

Pranzo

La zuppa rappresenta davvero un’ottima pietanza da consumare a pranzo. Con la ricetta giusta potete persino consumare le famose “5 porzioni” di frutta e verdura giornaliere, tutte in un colpo. E se per caso qualcuno in famiglia non va proprio matto per le verdure, basta una bella frullata per ottenere una vellutata liscia e cremosa che piacerà anche ai palati più difficili. Perché non prendere qualche spunto nella nostra pagina dedicata alle ricette? La maggior parte delle nostre zuppe si conserva in frigo per qualche giorno o può anche essere surgelata. Prepararne qualche porzione di scorta da tenere in freezer può essere un buon modo per assicurarsi di avere sempre un piatto sano e buono, pronto in un baleno!

Cena

Per le cene della settimana, le ricette “one–pot” (ovvero in cui si cuoce tutto in una sola pentola o teglia) sono davvero comode. Si possono anche preparare insieme al resto della famiglia in modo da passare un po’ di tempo insieme. Anche i più piccoli possono partecipare eseguendo i compiti più semplici come, ad esempio, lavare le verdure nel lavandino. Una volta che tutto è in pentola, basterà accendere il fuoco e avrete ancora un po’ di tempo da passare insieme mentre il profumo della cena lentamente vi avvolge.

Buon appetito!

Perché non provare qualche ricetta con le prugne?

Lo sapevate che le prugne sono incredibilmente versatili? Aggiungono un piacevole e nutriente tocco a moltissimi piatti – sia dolci che salati – regalando sapore, profondità e ricchezza. Provate alcune delle nostre deliziose ricette!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Più sani. Più motivati. Più socievoli.

Pubblicato da Sunsweet - 12/6/2018

Autunno. Il tempo è, a volte, sorprendentemente bello in questo periodo dell’anno. Sole, giornate terse, e una tavolozza di colori che rendono lo stare all’aperto più che mai desiderabile.

Ed è il momento dell’anno perfetto per metter quelle solide basi che vi aiuteranno ad attravesare l’inverno. Ma se siete preoccupati che la vostra risolutezza e motivazione a fare del sano movimento svaniscano, perché non formare un gruppo di amici, di persone care?

Avere il supporto degli amici e delle persone caARE è è fortemente motivante per allacciarvi le scarpe e andare!

Che siamo animali sociali non è soltanto scritto nel nostro DNA. Anche la ricerca scientifica ha dimostrato che fare attività fisica con amici è più divertente, vi aiuta a stare in forma e vi fa uscire di casa. Uno studio condotto su 1000 donne ha scoperto che il 31% di queste considerava gli amici la migliore motivazione che ci voleva per rimanere in forma! E, in più, c’è molta verità nel luogo comune per cui se ci si diverte insieme, si rimane insieme. Se allora considerate le statistiche su quanto sia motivante fare attività fisica con un amico o due, davvero sì, ha senso fare gruppo. Fa solo bene. Non ci sono scuse!

Quattro spunti o idee per mettere su un gruppo di amici!!

  1. Essere socievoli e iniziare a scegliere il modo
  2. La scuola. L’ufficio. La palestra. Gli amici sui social media. Tutti questi sono luoghi – reali o virtuali – che uniscono le persone e dove reclutare partecipanti. Di fatto, qualsiasi luogo può funzionare. Chiedete alla gente di invitare gli amici. E gli amici degli amici. Visto che si tratta di un gruppo, più si è, meglio è!

  3. Essere creativi e tirar fuori idee per gite e attività
  4. C’è magari un parco dale vostre parti, con dei percorsi per camminare o correre. (se c’è anche un bar o punto di ristoro, meglio!). E corsi di zumba, nuoto, yoga, boot camp, o anche camminata in pausa pranzo o dopolavoro e poi escursioni, bici, danza, Pilates. O che ne dite di dedicare un giorno a giochi e attività vecchio stile, tipo pallaguerra, corsa coi sacchi, rubabandiera, ce l’hai. Solo per divertimento, l’età non conta.

  5. Organizzare dei picnic
  6. C’è qualcosa di così gustoso nel mangiare di sano appetito all’aria aperta, dopo aver fatto movimento! Guardatevi le ricette qui online sul sito Sunsweet per delle belle idee portatili, magari con le prugne.

  7. Fare programmi
  8. Quando vi troverete: ogni mese? Ogni quindici giorni? Una volta alla settimana? Fissate qualche data in agenda. Accertatevi che tutti - tutti! – si impegnino ad esserci. Due gocce di pioggia non hanno mai fatto del male a nessuno!

L’autunno è il momento dell’anno ideale per costruirvi solide basi – per quanto riguarda alimentazione, attività fisica e una vita sana a tutto tondo – così da poter scivolare, senza sforzo e in salute, attraverso i lunghi mesi invernali. E poi, ci sono spesso settimane più tranquille che meritano di essere assaporate, in autunno – un breve, gradito spazio per tirare il fiato tra lo stress e le sollecitazioni dell‘estate e il caos pre-natalizio.

Perciò, più o meno come dicevano i quattro di Liverpool: “with a little help from our friends” (e con un po’ di motivazione, aggiungiamo noi), ecco il momento perfetto per cogliere l’attimo!

Yoga: molti motivi per amarlo!

Pubblicato da Sunsweet - 11/6/2018

Uomini o donne, bambini o pensionati, amanti dell’attività intensa o di un esercizio più rilassante – anche spirituale – c’è di sicuro un tipo di yoga che fa per voi. Tranquilli: mentre la super-agilità o i pantaloni hippy potete non averli, non sono un optional i vantaggi per la salute che ricaverete. Che sia per digerire meglio o alleviare problemi cronici … sono molti i motivi per amare lo yoga!

Giornata Mondiale dello Yoga

La prima Giornata Mondiale dello Yoga dell’ONU ha avuto luogo nel 2015, come riconoscimento per:

  • I benefici olistici della pratica e la sua compatibilità con i principi e i valori ONU
  • L’importanza cruciale per noi tutti di scegliere stili di vita sani e di sviluppare abitudini che supportino il nostro benessere sia fisico che mentale

Alla luce di tutto questo, pensate che l’evento – che quest’anno cade il 19 giugno – possa ispirarvi a fare yoga?

Storia

L’idea di una Giornata Mondiale dello Yoga fu discussa per la prima volta dalle Nazioni Unite a seguito di una proposta, molto convincente del primo ministro indiano Narendra Modi. Nella sua proposta, Modi dichiarava che “Lo Yoga è un dono inestimabile delle nostra antica tradizione. Concretizza l’unione di mente e corpo, pensiero e azione … un approccio olistico prezioso per la nostra salute e il nostro benessere. E non è soltanto esercizio; è un modo per scoprire il senso dell’essere tutt’uno tra noi stessi, il mondo e la natura.

I benefici dello yoga sulla salute

L’OMS ha chiamato gli Stati membri ad intraprendere azioni per risolvere la crescente inattività dei loro cittadini – una tendenza non sana che costituisce un fattore-chiave di rischio rispetto a malattie come cancro, diabete e patologie cardiovascolari.

Secondo la Clinica Mayo - un’organizzazione non-profit impegnata nella pratica, nella formazione e nella ricerca medica – i potenziali vantaggi dello yoga per la salute comprendono:

  • Riduzione dello stress, miglior qualità del sonno notturno, miglioramenti dell’umore e un aumentato senso di benessere
  • Maggiore forma fisica, equilibrio, flessibilità e forza
  • Gestione di condizioni croniche come cardiopatie e pressione alta

Qualcosa per ciascuno

L‘età non conta e nemmeno l’abilità. Esiste di sicuro un tipo di yoga che fa per voi! Dai bambini attivi che hanno bisogno di un’opportunità di rallentare il ritmo dopo aver fatto acrobazie tra scuola, compiti e doposcuola, alle persone anziane e a quelle che si muovono meno e che potrebbero anche apprezzare i benefici su mente, corpo e spirito di un esercizio moderato, da poltrona.

Questi i tipi di yoga più diffusi:

  • Hatha yoga: una base per tutti gli stili di yoga. Può essere una buona scelta se cercate di migliorare la vostra agilità. Il controllo della respirazione che lo caratterizza può aiutarvi a migliorare l’ossigenazione del corpo e alleviarvi lo stress.
  • Iyengar yoga: con utilizzo di attrezzi come cinture, blocchi di legno e rulli – che vi assistono per un corretto allineamento. Prevede un esercizio moderato e può funzionare bene anche per chi ha subito una ferita o è portatore di una condizione cronica.
  • Ashtanga yoga: può offrire una nuova sfida per chi ha già un discreto livello di agilità e forma fisica.
  • Bikram Toya: è il preferito di chiunque ama faticare e sudare! Le posizioni vengono eseguite in un ambiente riscaldato per facilitare il rilascio di tossine. Si tratta di uno stile fatto per offrire un’esperienza di yoga impegnativa, rinvigorente, rigenerante.

Qualsiasi tipo di yoga sceglierete, può valere la pena di iniziare con una lezione a tu per tu con un insegnante esperto, che vi aiuti a valutare i vostri specifici bisogni e vi avvii alla pratica nel miglior modo possibile.

Trovatevi un corso vicino, iscrivetevi per un ciclo di lezioni e godetevi la sensazione di leggerezza, scioltezza e rilassamento che certamente ne seguirà. Felicità!

PS Se vi sentite invogliati a fare movimento e a vivere sani, ecco un’ottima ragione per scaricare la nostra guida gratis!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.