ECCO LE NOTIZIE

PIU’ FRESCHE
Sunsweet is an agricultural cooperative

Sunsweet Prunes

Blog

Noi pubblichiamo regolarmente nel nostro blog notizie aggiornate sul benessere, ricette ed altro.

Minestra di lenticchie esotica con prugne

Pubblicato da Sunsweet - 03/10/2019

Le ricette di zuppe, creme e minestre non saranno mai troppe. Questa minestra di lenticchie esotica con prugne è una magnifica aggiunta al vostro repertorio, semplicemente perfetta per l‘autunno. Coloratissima da vedere e riscaldante – è praticamente una coccola in pentola! Messa nel thermos, diventa un pasto bello e sano per chi va di corsa.

Ingredienti

3 carote
200 g sedano-rapa 
2 cipolle rosse 
1 porro 
1 patata dolce (ca. 350 g) 
1 pugno di prezzemolo 
2 cucchiaio d’olio
300 ml brodo (di pollo o vegetale) 
300 g lenticchie lessate 
300 g prugne Sunsweet 
4 cucchiai di aceto di mele  
Sale, pepe   

Preparazione

  1. Pelare e affettare le carote. Tagliare il sedano-rapa a dadini, sbucciare le cipolle e tagliarle a striscioline. Mondare il porro, tagliarlo a rondelle, lavarlo. Sbucciare la patata e tagliarla a tocchi. Tritare grossolanamente le foglie di prezzemolo.
  2. Scaldare l’olio in una pentola. Aggiungere la patata, le cipolle, le carote e il sedano-rapa e cuocere per 5 minuti a fuoco medio. Aggiungere il porro e cuocere per altri 2 minuti. Allungare con il brodo. Unire le lenticchie e lasciar sobbollire per 20 minuti a fuoco medio. Aggiungere infine le prugne e il prezzemolo.
  3. Insaporire a piacere con l’aceto di mele, aggiustare di sale e pepe.

Idea: tostare delle scaglie di mandorle come decorazione. Accompagnare con pane di segale tostato.

Continua così – vai alla grande!

Pubblicato da Sunsweet - 25/9/2019

Con la fine dell’estate ormai davvero imminente, resta un importante compito da svolgere per prepararsi bene per i mesi a venire. Quale compito? Scoprire come rimanere motivati, attivi e in buona salute anche durante l’autunno e l’inverno.


Outdoor - vita all’aria aperta

Man mano che le giornate si accorciano e il tempo volge al freddo, è normale che la voglia di fare attività fisica all’aria aperta cominci a venir meno. Con un po’ di creatività e qualche piccolo trucco, si può facilmente aggirare l’ostacolo.

  • Quando il tempo è ballerino, la parola chiave è “flessibilità”. Piuttosto che programmare di fare attività un determinato giorno a una determinata ora, seguite il tempo: se non piove, approfittatene – fosse anche solo per una camminata veloce intorno all’isolato una volta imbastita la cena.
  • Anziché l’aperitivo o il cinema in settimana, perché non organizzare una “camminata-e-chiacchiere” con le amiche durante il weekend?
  • Se investite in qualche buon capo tecnico anti-acqua, non basterà qualche goccia di pioggia a distogliervi dal vostro intento. Potreste anche riempire il termos con una buona zuppa calda da gustare all’aria aperta a fine attività!

Indoor - attività che non sbancano il banco

Abbonarsi a una palestra o chiedere l’aiuto di un personal trainer sono spesso soldi ben spesi. Per molti di noi però, sopraffatti dai tanti impegni, è difficile seguire un corso o andare in palestra con regolarità. Ma ci sono molti altri modi economicamente più convenienti per fare attività fisica.

Dall’allentamento con i pesi al salto con la corda, dalle sessioni lampo alle sfide mensili: su internet potete trovare una vastissima gamma di allenamenti di ogni tipo, la maggior parte a costo zero. I video su YouTube e le tante App dedicate al fitness sono ottimi punti di partenza; la scelta è talmente ampia che potete scegliere l’attività che più vi solletica. Forse all’inizio vi potreste trovare un po’ sopraffatti dalla scelta– ma di sicuro non vi annoierete!

Raccogliere i benefici

Tutte le forme di attività fisica– specialmente se le sessioni sono regolari e di intensità moderata– apportano grandi benefici alla salute. Secondo il Servizio Sanitario Nazionale, l’esercizio fisico riduce il rischio di cardiopatie, ictus, diabete tipo 2 e cancro fino al 50% e riduce il rischio di morte prematura fino al 30%.

Dentro e fuori

Lo sapevate che muovere il corpo tende a far muovere meglio anche tutto ciò che ci sta dentro?

Fare una passeggiata dopo mangiato è un’ottima abitudine che favorisce la buona circolazione di sangue e ossigeno; il movimento esterno favorisce anche il movimento interno. Anche quando non avete in programma nessuna attività fisica specifica, perché non concedervi una bella camminata di mezz’ora dopo pranzo o dopo cena?

La vostra digestione vi ringrazierà!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Un pasto equilibrato in scodella! Sostanziosa, nutriente, calda e deliziosa!

Pubblicato da Sunsweet - 19/9/2019

Una bella zuppa calda quando fuori tra freddino è sempre un piacere. Questa Zuppa Marocchina di Carote Prugne e Lenticchie non fa certo eccezione. Si può passare al frullatore per creare un’ottima vellutata per soddisfare anche i palati più difficili, oppure lasciare le verdure in pezzi per una bella zuppa sostanziosa. Un piatto ricco e speziato, perfetto per le giornate autunnali.

Ingredienti

2 cucchiai di olio di semi
1 cipolla, sbucciata e tagliata a dadini
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di coriandolo secco
½ cucchiaino di curcuma
¼ cucchiaino di cannella in polvere
2 spicchi di aglio, sbucciati e tritati fini
3 carote medie, pelate, mandate e tagliate a dadini
150 g lenticchie rosse secche
100 g Prugne Sunsweet, tagliate grossolanamente
400 g pomodoro pelati in pezzi
600 ml brodo vegetale o di pollo
Succo di ½ limone
1 cucchiaio di coriandolo tritato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato

Preparazione

  1. In unapenta abbastanza grande, scaldare l’olio a fiamma media. Unire le cipolle, mescolare bene e abbassare la fiamma. Coprire e lasciarle ammorbidire – circa 7 minuti.
  2. Aggiungere tutte e spezie e alzare leggermente la fiamma.
  3. Mescolare bene, lasciar cuocere un minuto o poco più e tornare a mescolare.
  4. Aggiungere la carota e l’aglio, unirli mescolando, abbassare la fiamma. Coprire e cuocere per 5 minuti.
  5. Controllare dopo un paio di minuti. Se inizia ad attaccarsi sul fondo della pentola, aggiungere un po’ d’acqua Aggiungere le lenticchie e le prugne. Mescolare bene e poco dopo, sempre mescolando, anche i pomodori pelati.
  6. Portare a ebollizione, aggiungere il brodo.. Alzare la fiamma finché la zuppa non comincia a bollire, quindi riabbassarla e lasciar continuare finché tutte le verdure non saranno tenere e le lenticchie un po’ disfatte - circa 30 minuti.
  7. Mescolare aggiungendo il coriandolo, il prezzemolo e il succo di limone. Assaggiare, aggiustare di sale e pepe.
  8. Mettere la zuppa in ciotole riscaldate e servire immediatamente.
L’idea in più: questa zuppa può anche essere frullata e trasformata in crema vellutata.

3 ragioni nutrizionali top per amare le prugne anche in questa stagione

Pubblicato da Sunsweet - 12/9/2019

Si può anche capire che siate riluttanti a dire addio all’estate. Però, a qualsiasi età, l’autunno è ideale per entrare nello spirito di “si torna a scuola”! Settembre è il momento dell’anno perfetto per tornare alle cose semplici, dal punto di vista della salute e della forza fisica. E guarda caso, le prugne sono un inizio perfetto!

Understandably, you may be reluctant to kiss goodbye to the summer. But, no matter what your life stage, the autumn is an excellent opportunity to embrace that back-to-school feeling! September is the perfect time of the year to get back to basics, from a health and fitness point-of-view. And, guess what, prunes are a great place to start!

Le 3 ragioni top per amare le prugne in questa stagione

  1. ) Potete dare al vostro sistema immunitario l’occasione di combattere e tenere alla larga tutti quei fastidiosi malanni autunnali … con le prugne! Questo frutto, essiccato, è una ricca fonte di vitamina B6 e rame ed entrambi sono in grado di sostenere un sistema immunitario sano.
  2. La valigia delle vacanze è in cima all’armadio per un altr’anno, le notti si fanno più lunghe, più buie e più fredde e non è insolito – o sorprendente – che i vostri livelli di motivazioni ed energia tendano verso il basso. Sapevate che le prugne possono essere utili? la vitamina B6 - che abbiamo menzionato sopra - può aiutarvi a sentirvi meno stanchi e supporta anche la trasformazione in energia dei cibi e il trasporto del ferro nell’organismo. Rame e manganese - che troviamo entrambi nelle prugne secche – aiutano anch’essi alcune di queste funzioni.
  3. Le prugne danno dei bei vantaggi alla salute del cuore. Sono per natura prive di grassi saturi, e ridurre i grassi saturi vi aiuta a mantenere livelli normali di colesterolo nel sangue. Sono, sempre per natura, prive anche di sale, e ridurre l’assunzione di sale aiuta a mantenere la pressione sanguigna nella norma.

Ce n’è di motivi per amare prugne secche!

Volete scoprirne di più? Date un’occhiata alla guida online sulle proprietà salutari delle prugne o scorrete le nostre FAQ, con le nostre risposte alle domande più frequenti.

Una nota un po’ più seria ...

Sono state avviate ricerche scientifiche sul ruolo delle prugne secche nella potenziale prevenzione di alcune malattie gravi. Uno studio recente ha scoperto che mangiare prugne regolarmente può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare tumori intestinali.

La professoressa Nancy Turner della Texas A&M University ha affermato: “Tramite la nostra ricerca, siamo in grado di dimostrare che le prugne essiccate promuovono il mantenimento di batteri benefici in tutto il colon, e con ciò essi potrebbero ridurre il rischio di cancro al colon”.

Stando all’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), il tumore del colon retto è il terzo più riscontrato in Italia dopo i tumori della cute e della mammella

Quella sensazione di “si torna a scuola”

Ogni giorno, la merendina alla ricreazione e la merenda del pomeriggio, per i bambini – e pure per gli adulti - sono sempre una sfida. Ma non sottovalutate il potenziale delle prugne per uno spuntino. Senza zuccheri aggiunti, sono dolci di natura. E, diciamolo, quale bambino non è sempre a caccia di qualcosa di dolce un secondo dopo essere entrato in casa? Negoziare quando giocare e quando fare il proprio dovere, dopotutto è un lavoro che fa venir fame!

E quindi, gustate così come escono dalla confezione, aggiunte alle torte preferite della casa o frullate in uno smoothie, le prugne sono perfette nella lunchbox o per una sana merenda doposcuola.

Potete trovare deliziose idee per frullati e smoothie qui

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Palline Energetiche alle prugne

Pubblicato da Sunsweet - 05/9/2019

Quando è il momento di uno snack, la Mayo Clinic suggerisce di puntare su frutta e verdura. Ma le vite moderne sono impegnatissime e il frigorifero non è sempre pieno dell’optimum dal punto di vista nutrizionale. Ed ecco che allora cibi da dispensa come noci, semi e frutta secca vi vengono in aiuto. Dieteticamente è sensato avere un assortimento d spuntini facili da preparare come asso nella manica - idealmente proprio quelli che si possono preparare in anticipo, che vanno bene per tutta la famiglia e che si possono gustare in qualsiasi momento quando si va di corsa. Pensate alla lunch box per la scuola, a qualcosa da piluccare prima o dopo l’attività fisica, a uno spuntino veloce da scrivania. 

Ingredienti:

125g Prugne secche Sunsweet
80g misto noci/mandorle
60g semi di chia
15g cacao in polvere
15g burro di arachidi ammorbidito
olio di cocco, per miscelare
Cocco grattugiato per ricoprire (facoltativo)
Quantità per circa 20 palline

Istruzioni:

  1. Frullare brevemente il misto noci-mandorle. Aggiungere le prugne e frullare ancora, fino a rendere il composto soffice. Aggiungere gli altri ingredienti tranne l’olio di cocco e il cocco grattugiato e miscelare per rendere il tutto omogeneo. Versare poche gocce di olio di cocco, finché la mistura non risulta viscosa e mantiene la forma.
  2. Formate le palline con le mani, una alla volta, usando per ciascuna un cucchiaio di composto fino a terminarlo. Fatele rotolare nel cocco grattugiato, se le volete ricoperte.
*l’idea Sunsweet: : mettete le Palline alle Pugne a indurire nel freezer per circa 45 minuti. Se le conservate in un recipiente ermetico potranno durare nel frigo anche per una settimana.

Prugne, grassi, zucchero e cotture più sane

Pubblicato da Sunsweet - 10/5/2019

7 vantaggi di chi usa le prugne in cucina

Le prugne offrono vantaggi unici in cottura, a livello sia nutrizionale sia fisico. Perciò, oltre a farvi creare piatti gustosi, servono anche a migliorare il profilo nutrizionale complessivo di una ricetta! Ecco come:

  1. Sostituire gli zuccheri liberi con zuccheri naturali
  2. Sappiamo tutti che non dovremmo consumare troppo zucchero e gli esperti globalmente raccomandano di ridurre l’assunzione di zuccheri liberi, ma poiché troviamo zuccheri diversi dappertutto, quale tipo di zucchero dovremmo ridurre e come possiamo sostituirlo? Gli zuccheri liberi sono quelli aggiunti ai cibi e alle bevande, mentre gli zuccheri naturali si trovano per natura nel miele, negli sciroppi e nel succo ricavato dalla frutta.

    Le prugne secche sono un frutto essiccato tradizionale privo di zuccheri liberi o aggiunti – il loro gusto dolce trae origine dagli zuccheri naturali, quelli contenuti nei frutti, nella proporzione di 38 g/100 g.

    In questi Muffin alle prugne e avena con mirtilli ben 100 g dei 175 g di zucchero della ricetta originale sono stati sostituiti con la stessa quantità di prugne tagliate e pezzetti, con una riduzione di zuccheri liberi del 57%. E hanno un gusto fantastico. Allora il risultato è un win-win, cioè un vantaggio per tutti, perché usare le prugne riduce lo zucchero totale senza nulla togliere alla bontà!

    Un ulteriore vantaggio dell’aggiungere prugne intere o a pezzi nelle torte è il contributo alla nostra dose quotidiana di frutta e verdure. Di fatto, questa ricetta fornisce metà di una porzione giornaliera per muffin.

  3. Ridurre lo zucchero
  4. Lo zucchero è un ingrediente-chiave nei dolci – dona consistenza, gusto e fragranza ma spesso ce n’è ben più di quanto occorra. La purea di prugne è un modo molto pratico di ridurre il contenuto totale di zucchero di una ricetta. Per esempio, tutti gli zuccheri aggiunti (e metà della panna!) sono stati rimpiazzati con le prugne in questi deliziosi Mousse caffè cioccolato e prugne. Per ogni porzione, lo zucchero è stato ridotto di 4,6 g; i grassi di 5,1 g; e il conteggio delle calorie è sceso di 50kcal.

    Come regola generale, usare la purea di prugne al posto delle zucchero può ridurre di un quarto il contenuto totale in zuccheri nei dolci. Provate anche voi!

  5. Ridurre i grassi
  6. Le prugne sono, per loro natura, prive di grassi, eppure il loro contenuto in fibre e sorbitolo le fa comportare come i grassi rispetto alla cottura. In più, la purea di prugne ha una consistenza setosa, molto simile a quella del burro. Le fibre e il sorbitolo trattengono i liquidi e, insieme all’acido malico delle prugne, potenziano la fragranza esaltando l’aroma degli altri ingredienti senza prevalere su di essi. Queste caratteristiche uniche aiutano a produrre prodotti da forno soffici e masticabili. Questi sono attributi perfetti per modificare questa tradizionale ricetta di Torta prugne e mandorle. Includere le prugne significa che burro e zucchero possono facilmente essere ridotti e, in più, il mascarpone della ricetta originale è stato sostituito con un molto più leggero yogurt per creare così una torta meno carica di grassi, di grassi saturi e di zucchero.

    Il fantastico viola scuro delle prugne serve anche a donare un aspetto brunito, perfetto nelle cotture - un valore aggiunto rispetto a tanti pallidi prodotti da forno gluten free. Queste stesse qualità valgono anche, con successo, per saporiti piatti a base di carne.

  7. Meno zucchero rispetto ai datteri
  8. I datteri sono comunemente usati al posto dello zucchero aggiunto nei dolci con caramello, ma sapevate che le prugne contengono il 30 g di zuccheri in meno per ogni 100 g? Le prugne hanno un sapore meno dolce, dovuto al loro contenuto in sorbitolo, che è il più alto tra i frutti essiccati! Il sorbitolo è un carboidrato della famiglia dei polioli, e sa meno di dolce rispetto ad altri zuccheri, come il saccarosio.

    Sono il sorbitolo e le fibre che si trovano nelle prugne i responsabili dei vantaggi che le prugne danno alla normale motilità intestinale. La miscela di sorbitolo e fibre che è propria e unica delle prugne indica che si può aggiungere un frutto extra a una ricetta - un vero fattore-benessere in più! [zuccheri: prugne secche 38 g/100 g; datteri 66-70 g/100 g. Datteri e prugne sono entrambi privi di zuccheri aggiunti.]

    Questa golosa Torta al caramello e prugne sostituisce i datteri con le prugne secche, riducendo grassi e zuccheri aggiunti, aumentando il contenuto in fibre e aggiungendo un 75% in più di frutta! La ricetta modificata contiene, per ogni 100 g, il 28% in meno di zucchero, il 43% in meno di grassi e l’89% in più di fibre rispetto alla versione originale.

  9. Più fibre
  10. Le fibre sono state il grande componente dimenticato delle nostra dieta, dimenticanza che è probabilmente il motivo per cui ne consumiamo meno di 20 g al giorno, cioè una quantità di gran lunga inferiore a quella raccomandata. Nel Regno Unito, per esempio, la dose quotidiana raccomandata di fibre è di 30 g e una recente ricerca commissionata dall’OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità) ha dimostrato che coloro che hanno un basso consumo di fibre corrono un rischio maggiore di malattie cardiovascolari, cancro, e diabete di tipo 2.

    Le prugne sono ricche di fibre (7.1 g/100 g), perciò aggiungere prugne a queste ricette aumenta il contenuto totale in fibre dal 35 all’89%. Aggiungendo prugne a questa Torta cioccolato e prugne senza farina il contenuto in fibre è cresciuto del 57% a porzione!

    Lo sapevate? Le prugne con il cioccolato fanno un matrimonio perfetto, grazie al loro aroma caramelloso e ai sentori secondari di vaniglia.

  11. Abbassare il totale delle calorie
  12. Che il burro ha parecchie calorie lo sanno tutti – sì, 744kcal ogni 100 g, mentre le prugne hanno solo 229kcal/100 g. Così, dato che le prugne si comportano come i grassi (ma sono senza grassi!), sostituire il burro con le prugne può aiutare a ridurre anche l’apporto calorico totale! Questi Biscotti ANZAC* utilizzano prugne a pezzi, che funzionano anche come legante, così da ridurre e risparmiare per ogni pezzo il 9% di burro, zucchero e sciroppo aggiunti.

  13. Altri utilizzi delle prugne per cucinare e mangiare sano
    • Fare delle torte dall’inizio alla fine non è sempre possibile, così per non esagerare con le fette delle torte già pronte, servitele con qualche prugna o con un fiocco di purea di prugne, se ci sta!
    • Aggiungere alle vostre ricette prugne intere o a pezzi, o servire prugne come accompagnamento, conta per le 5 porzioni di frutta e verdure al giorno.
    • Le prugne sono buone non solo nei dolci e nelle torte, ma la loro dolcezza delicate e la loro combinazione unica di sostanze, tra cui sorbitolo e acido malico, fanno sì che le prugne funzionino come un conservante naturale, che aiuta a mantenere l’umidità di un alimento e la sua durata. Perciò i piatti che cucinate con le prugne dureranno più freschi e idratati più a lungo.
    • Le prugne possono essere gustate nell’ambito di un’alimentazione varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Mangiarne 100 g (8-12) al giorno può contribuire al normale funzionamento dell’intestino. La vitamina K e il manganese che contengono significa che possono aiutare a mantenere ossa sane; come fonte di rame e manganese, contribuiscono a proteggere le cellule dallo stress ossidativo. Perché non scoprire molto altro sui vantaggi nutrizionali delle prugne, e vedere come possono servire per uno stile di vita sano ed equilibrato anche per voi?

Come una buona digestione può mantenerti in splendida forma?

Pubblicato da Sunsweet - 27/3/2019

Siamo onesti, quando si tratta di parlare di certi argomenti molti di noi vorrebbero evitare di parlarne. Ma ora più che mai, è importante comprendere che la digestione svolge un ruolo significativo nella salute in generale. La funzione primaria dell’ apparato digestivo è di decomporre il cibo che mangiamo così che possa essere usato come “combustibile” per il corpo.

Meno conosciuta è la funzione dell’apparato gastro-intestinale per il sistema immunitario e più in generale per la salute dell’organismo umano nel suo complesso.

Infatti tale apparato è spesso indicato come la “seconda linea di difesa” contro agenti patogeni dannosi che possono essere causa di vari disturbi (essendo la pelle la nostra “prima linea”). Avete da sempre “coccolato” la vostra pelle ma avete mai preso la decisione di dare la giusta dieta al vostro apparato gastro-intestinale? Probabilmente no.

Il sistema digestivo è più forte di quello che potete pensare – ad esempio pochi batteri possono sopravvivere nell’ambiente acido dello stomaco. Può non essere gradevole, ma L’abbondante muco e gli enzimi digestivi secreti dall’apparato digestivo aiutano a distruggere micro organismi potenzialmente dannosi. Questi “batteri buoni” mantengono a bada i “batteri cattivi", così abbiamo un classico caso di buoni contro cattivi nelle nostre mani, ed è nostro compito di unire le forze con i buoni per mantenere il nostro apparato digestivo in salute. Questo non è importante solo da un punto di vista nutrizionale ma anche per garantire il miglior livello immunitario al nostro organismo.

Oggi siamo bombardati da decine di prodotti che promettono di migliorare le funzioni dell’apparato digestivo. Comunque solo il succo di prugne Sunsweet è due volte più efficace di qualsiasi altro succo nel mantenervi in salute da dentro a fuori. E’ 100% naturale: prendetene un bicchiere al giorno e sentirete la differenza!

Un’insalata sofisticata, perfetta per un pranzo tra amiche!

Pubblicato da Sunsweet - 21/3/2019

Giorni d’estate e grandi insalate stanno bene insieme. Ma per quelle occasioni in cui ci vuole qualcosa di più originale, come quando vengono i vostri amici, l’insalata di anatra, formaggio caprino, senape e pere è perfetta. E in gran parte potete prepararla per tempo. Così anche voi vi godete la compagnia!

Ingredienti

200 g anatra arrosto
150 g Prugne Sunsweet
100 g formaggio di capra
2 pere
100 g insalata mista (es. cicoria, rucola, foglie di barbabietola)
100 g spinacino
Condimento alla senape:
1 cucchiaio di mostarda di Dijon
1 cucchiaio di senape macinata grossa
1 dl aceto di vino bianco
1 cucchiaio di miele fluido
1 dl olio EVO
1 dl olio di vinaccioli o di semi
Sale, Pepe nero

Preparazione

  1. Amalgamare insieme senape, aceto, miele.
  2. unirvi l’olio, molto lentamente, finché non si ottiene una consistenza cremosa. Salare, pepare.
  3. Tagliare l’anatra e le prugne a dadini, le pere a fettine sottili, unire con delicatezza all’insalata.
  4. Guarnire l’insalata con cubetti di formaggio di capra e il condimento alla senape. Servire con pane integrale.
L’idea in più: questa stessa insalata si può fare anche con pollo e cavolo rosso.

È scientificamente provato. Il potere di una parola - ‘grazie‘!

Pubblicato da Sunsweet - 14/3/2019

Ci sono modi molto semplici per migliorare decisamente e sostenibilmente il vostro benessere psicofisico. Leggete le prove scientifiche a favore delle persone che sanno mettere l’accento su positività e riconoscenza. Cominciate dalle cose piccole e - prima ancora di rendervene conto – avrete un sacco di felicità!

Provate con un po’ di gratitudine e riconoscenza!

La primavera può essere il momento ideale per una revisione. Un’occasione per fare ordine in noi stessi e – una volta per tutte – liberarci delle vecchie abitudini che non ci servono più, per abbracciarne di più nuove e più sane. Abitudini come celebrare le feste – come la Festa del Papà o della Mamma, la Pasqua – e ricordarle, in un modo che ce le renda significative. Abitudini come festeggiare i successi – grandi e piccoli. Abitudini come notare le cose positive, per quanto minime, ed esprimere gratitudine per queste. Ci sono prove scientifiche del valore sia psichico sia fisico di questi semplicissimi cambiamenti graduali nelle abitudini quotidiane.

Saper festeggiare

Dall’Università di Berkeley, il Greater Good Science Center (GGSC) ci offre convincenti ragioni per abituarci ad essere riconoscenti. Secondo Juliana Breines, che scrive sul sito istituzionale dell’organizzazione, la ricerca sulla felicità – in corso da una ventina d’anni – ha un messaggio-chiave per tutti: dire “grazie”.

Dopo aver analizzato i risultati di innumerevoli studi scientifici, il GGSC ha scoperto che sviluppare un atteggiamento di gratitudine e riconoscenza può, tra l’altro:

  • avere un impatto positivo sul nostro benessere psichico e sulle nostre relazioni
  • ridurre la probabilità di ammalarci di depressione
  • aumentare la nostra resilienza nell’affrontare le molte inevitabili sfide della vita

Lamentarsi e pensare sempre al peggio possono, fin troppo facilmente, diventare un’abitudine. Se peraltro si guarda ai messaggi con cui siamo bombardati – dai notiziari TV tutti i giorni per tutto il giorno – il tono è in prevalenza cupo. Ma niente panico. Il GGSC ha sintetizzato quattro semplici mosse utili a coltivare un sano senso di gratitudine nonostante tutto quello che la vita ci getta addosso.

Essere riconoscenti. In 4 facili mosse.

  1. Contate le vostre “fortune”

    Ricordate che anche nella giornata più brutta sarà pur successo qualcosa di buono. Spendete qualche minuto per annotarvi queste cose buone, per piccole e insignificanti che possano sembrare. Secondo uno studio del Positive Psychology Center dell’Università della Pennsylvania, “quest’esercizio, fatto ogni giorno per una settimana, ha portato a miglioramenti in termini di felicità durati sei mesi”. Fa impressione, vero?

  2. Fate sottrazioni mentali

    Senza stressarvi troppo nel farlo ... immaginate che qualcosa che ora avete non ci sia più. Applicato agli oggetti, al lavoro e addirittura alle persone, già da solo questo giochetto potrebbe bastare per farvi apprezzare quelle cose e persone e smettere di darle per scontate!

  3. Assaporate

    Nel loro libro sull’arte di gustare la vita (“Savoring: A New Model of Positive Experience” - non tradotto in italiano) Fred B. Bryant e Joseph Veroff elogiano le virtù di una regolare “passeggiata per assaporare”. Camminare da soli per una ventina di minuti, facendo scrupolosa attenzione a ciò che vedete, fiutate etc etc intorno a voi, può – a quanto hanno scoperto gli autori – avere un effetto positivo sui vostri livelli di felicità anche per tutta la settimana dopo.

  4. Dite “grazie”

    Davvero, potrebbe esserci qualcosa di più semplice? Immaginate anche illuminarsi lo sguardo di chi riceve il vostro ringraziamento. Questa situazione è un classico win-win – ci guadagnano entrambe le parti.

Ragioni per essere riconoscenti – pensate alle prugne!

E mentre ci sentiamo l’animo in festa e ringraziamo per le piccole cose, sentiamo che cosa si dice delle prugne:

Le prugne: uno snack ultrarapido che tutto di frutta. Una nota ricca e golosa in un pasto festivo elaborato. E un sacco di altre cose belle e buone. Comode, naturali, le prugne sono un’aggiunta splendidamente versatile a tanti piatti, sia dolci che salati – lo meritano davvero un pizzico di riconoscenza.

E così, abbiamo riconosciuto che le prugne secche sono deliziose. Ma sapevate anche che possono davvero farvi bene? Seguite il link per scoprire altre ragioni in più per dire “grazie” alle prugne Sunsweet!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi di salute.

Barrette Di Muesli E Prugne

Pubblicato da Sunsweet - 07/3/2019

Ci sono momenti – in una settimana piena di impegni – in cui solo un capriccio dolce funziona. Con ingredienti buoni e nutrienti, come la frutta secca, le Barrette Muesli Granola non sono la solita merendina. Insieme a un po‘ di latte, sono una golosa ricarica. Perfette per una colazione al volo. Cambiate musica – combinando diversi mix di frutta secca – per creare i preferiti di tutta la famiglia.

Ingredienti

100 g di zucchero di canna 
50 g di miele 
150 g di burro morbido
1 uovo
Sale
1 cucchiaino di cannella in polvere
200 g di prugne secche della California
60 g di albicocche secche
200 g di fiocchi d'avena grossi 
100 g di Granola  
100 g di frutta secca (per es. mandorle, noci o nocciole) 

Preparazione

  1. Sbattere lo zucchero, il miele ed il burro fino ad ottenere un impasto spumoso. Aggiungere mescolando l'uovo, 1 pizzico di sale e la cannella. Tagliare grossolanamente le prugne secche e le albicocche e mescolare il mix  di burro-uova con i fiocchi d'avena, la Granola e la frutta secca.
  2. Distribuire l'impasto su di una teglia preventivamente rivestita di carta da forno e cuocere al forno a 190° (170° se ventilato) per 30-40 minuti. Quindi lasciare raffreddare e tagliare a barrette. Confezionare singolarmente con carta pergamena o pellicola trasparente.