ECCO LE NOTIZIE

PIU’ FRESCHE
Sunsweet is an agricultural cooperative

Sunsweet Prunes

Blog

Noi pubblichiamo regolarmente nel nostro blog notizie aggiornate sul benessere, ricette ed altro.

Prugne: la soluzione per assumere meno zuccheri

Pubblicato da Sunsweet - 11/3/2020
Come esseri umani siamo stati programmati a desiderare cibi altamente calorici – per i nostri antenati, la sopravvivenza dipendeva da questo. Il corpo umano si è evoluto per sfruttare al massimo cibi dolci ed energetici quando erano disponibili, facendo scorta del sovrappiù per quando ce ne fosse stato più bisogno. Ma noi, in questi tempi, non dobbiamo più andare a caccia e raccogliere il cibo come facevano i nostri antenati (anche se ci sono un po’ di ricette a tema paleo per chi avesse voglia di seguire questa dieta!) e anzi, abbiamo la fortuna di non doverci preoccupare di lunghi periodi di scarsità alimentare. Eppure il nostro corpo continua ad amare e volere quei cibi ricchi di zucchero che troppo spesso non convertiamo in energia e che immagazziniamo nel corpo sotto forma di grasso.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) fissa il limite raccomandato del consumo quotidiano di zucchero a 25 grammi per gli adulti – più o meno, 6 cucchiaini da tè. Ma è facile superare questa quantità, ogni giorno. In base a come cominciamo la mattinata potremmo già aver raggiunto il limite ancora prima di alzarci da tavola dopo la colazione! Di fatto, il consumo medio per gli adulti nell’Europa occidentale è di oltre 100 g di zucchero, l’equivalente di 25 cucchiaini da tè. E mentre pensiamo di limitare lo zucchero a quel cucchiaino che versiamo nell’irrinunciabile caffè, molte volte c’è zucchero nascosto nei cibi industriali.

A parte gli effetti ovvi dello zucchero come la carie dentale e l’aumento di peso, ci sono altri modi in cui può incidere negativamente sulla salute. 
Secondo l’OMS essere sovrappeso può aumentare il rischio di:
  • Diabete
  • Malattie cardiache
  • Problemi osteoscheletrici (specialmente osteoartrite) 
E allora, come far quadrare la fame di zuccheri con la necessità di una dieta equilibrata? Entra in scena una soluzione – l’umile, fantastica prugna! La prugna secca, tecnicamente, è una susina fatta essiccare, senza zuccheri aggiunti e che contiene vitamina B6, manganese e rame, tutte sostanze che favoriscono la trasformazione del cibo in energia. Le prugne sono utili a raggiungere la quota ideale di porzioni di frutta e verdura: 5-al-giorno. E vari studi hanno dimostrato che poiché aiutano a sentirsi più pieni (sazietà), le prugne sono una scelta sana, funzionale a tenere sotto controllo la tendenza a mangiare in eccesso. Sono perfette da aggiungere alla lunchbox dei ragazzi che studiano – invece di infilare nel loro zaino in tutta fretta un pacchetto di biscotti, meglio qualche prugna! Un sacchetto di prugne in macchina o nel borsone può evitarvi la tentazione di comprare dolciumi al distributore o nel dopo-sport. Anzi, le prugne funzionano come un’ottima fonte di energia per andare avanti tutto il giorno.


Se amate cucinare e sfornare dolci, scoprirete nelle prugne il vostro probabile prossimo ingrediente segreto. Perché potete usarle per ridurre la quantità di zuccheri liberi nelle ricette dolci. O magari potete preparare un po’ di purea di prugne per ridurre lo zucchero totale della vostra ricetta preferita! Con la purea di prugne, si può anche sostituire il burro – un’idea fantastica per ridurre i grassi nella dieta e realizzare ricette vegane. E invece di una scodella di cereali stracarica di zuccheri invisibili, perché non cominciare la giornata con un muesli croccante e fragrante? Pensando a una merenda golosa, questi Muffins alle Prugne con purea di prugne contengono pochi grassi e molte fibre. Beh, il sito Sunsweet è pieno di ricette, dolci e salate, per chi cerca ispirazione.

Le Prugne e il Succo di Pugne Sunsweet® sono fatti con susine della California essiccate. Le prugne hanno un indice glicemico (IG) basso, cioè rilasciano energia lentamente e perciò non dovrebbero avere un impatto drammatico sui livelli di glicemia o di insulina. Inoltre, sia le prugne sia il succo di prugne contengono fibre. Nelle prugne ne trovate 7.1g ogni 100g – praticamente un quarto del fabbisogno giornaliero. 

I nostri coltivatori si comportano per il raccolto come facevano i loro antenati. E cioè raccolgono le susine californiane più polpose, più succose, fatte poi essiccare per avere le prugne secche oppure trasformate in succo. Allora, la prossima volta che andate a fare la spesa, prendetevi una confezione delle deliziose prugne e una di succo di prugne SUNSWEET!

Prugne e succo di prugne possono essere consumati nell’ambito di una dieta varia e bilanciata e di uno stile di vita sano. Per informazioni più dettagliate sul contenuto nutrizionale delle prugne e del succo di prugne, visitare la pagina prodotti del sito Sunsweet.

Le 6 domande 6 che ci fanno sulle prugne

Pubblicato da Sunsweet - 20/2/2020

Tutto ciò che avreste sempre voluto sapere sulle prugne – e non solo – in un unico luogo! Guardate le nostre domande & risposte ufficiali e utili su prugne e dintorni. Le 6 domande principali che ci fanno sulle prugne.

  1. Le prugne sono senza glutine?
  2. Studi attuali indicano che – per vari motivi – più o meno una persona su quattro sta cercando di mangiare senza glutine. Il glutine è, propriamente, la proteina che si trova in cereali come il frumento. Con pane, pasta e cereali come alimenti-base nei pasti di tutti i giorni, non è facile convertirsi a una dieta senza glutine. E la buona notizia, allora? Tutta la frutta è per natura priva di glutine. Perciò una porzione di prugne secche o un bicchiere di succo di prugne potete gustarli quando volete. Potete anche aggiungerli alla vostra ricetta gluten-free preferita per un tocco dolce e fruttato in più.

  3. Le prugne sono adatte per chi ha il diabete?
  4. Gli esperti insistono sul fatto che, per mantenere stabile il livello di zuccheri nel sangue, dovremmo puntare a una dieta con un IG (indice glicemico) complessivo pari a 50 o inferiore. Per fortuna questo non vuol dire NO a snack dolci e gustosi come le prugne secche. Anzi. Alcuni ricercatori dell’Harvard Medical School hanno scoperto che l’IG delle prugne denocciolate è circa 29, il che ne fa un frutto a basso indice glicemico che non ha un impatto drastico sui livello ematici di zucchero e insulina.

  5. Le prugne contengono zucchero?
  6. Le prugne secche non contengono zuccheri aggiunti. Sono semplicemente susine disidratate: una susina si trasforma in una prugna secca quando le viene tolta tutta la sua acqua. Durante il processo di essiccazione, il saccarosio è idrolizzato in glucosio e fruttosio – ecco perché la presenza di saccarosio nelle prugne è minima. E le prugne secche sono considerate un frutto – pertanto valgono per le famose 5 porzioni al giorno di frutta e verdura e per migliorare l’assunzione quotidiana di fibre.

  7. Che effetto hanno le prugne sull’apparato digerente?
  8. Da secoli, le prugne secche – e il succo di prugne – si associano a una digestione sana, che funziona bene. Al giorno d’oggi, le scoperte scientifiche sostanziano meglio quell’associazione causa-effetto. La ricerca ha mostrato infatti che circa 100g al giorno di prugne secche -assunte nel contesto di una dieta equilibrata e di uno stile di vita attivo - possono contribuire al normale funzionamento dell’intestino in quanto supplemento di fibre. Di fatto, le prugne secche dovrebbero essere considerate una prima terapia per un intestino sano.

  9. Che relazione c’è tra prugne e ossa forti?
  10. La ricerca scientifica indica che le prugne, grazie ai nutrienti forniti, possono avere benefici diretti per ossa sane e forti. Le prugne secche sono inoltre una fonte di vitamina B6, che favorisce la formazione di cellule sanguigne sane nel midollo e l’equilibrio dei livelli ormonali inclusi quelli connessi con la salute ossea.

  11. E, la nostra preferita, come fa una susina a diventare una prugna?
  12. È semplice, davvero. Le prugne Sunsweet sono una particolare varietà di susine che maturano al sole, fatte essiccare per rimuovere una parte dell’acqua. Si tratta di una varietà con un contenuto di zuccheri eccezionale, una cultivar francese ibridata che conferisce alle prugne Sunsweet un gusto inconfondibile, delizioso, ricco e fruttato con note di vaniglia. I frutti essiccati contengono livelli di sostanze nutritive similari alle susine fresche – le fibre, per esempio – ma in più offrono il vantaggio di essere disponibili tutto l’anno e di durare a lungo.

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi.

Colpevoli di amare troppo poco il vostro cuore? Scopriamo perché questo deve cambiare.

Pubblicato da Sunsweet - 04/2/2016

Anche se le statistiche ufficiali sulle malattie cardiache fanno pensare seriamente – parliamo comunque della principale causa di morte a livello mondiale – ci sono semplici azioni che si possono compiere per ottenere effetti positivi: dieta, movimento, gestione dello stress. Fate del bene al vostro cuore, questo febbraio. Sunsweet vi dà una mano.

San Valentino. La scusa ideale per dedicare un piccolo pensiero alla salute del nostro cuore. Ma, facendoci largo tra svenevolezze e cuoricini, per il momento, non parliamo di cuore in senso romantico. Anche perché le statistiche sulla salute del cuore – diffuse da fonti internazionalmente reputate, fanno seriamente riflettere.

  • Le malattie coronariche sono la principale causa di morte nel mondo.
  • Le malattie cardiovascolari causano, per esempio, più di un quarto dei decessi totali nel solo Regno Unito.

Malattie cardiache – fattori di rischio

Tra i fattori di rischio connessi con i problemi di cuore contiamo il diabete, la pressione alta, i livelli alti di colesterolo nel sangue, l’inattività fisica e una dieta povera. La Società Europea di Cardiologia* ha stilato alcuni dati rivelatori:

  • Le malattie cardiovascolari sono responsabili del 55% di tutte le morti femminili in Europa e del 43% delle morti maschili – sono dunque più letali di tutti i tipi di cancro sommati.
  • Pochi adulti nei paesi europei praticano un’adeguata attività fisica e l’inattività è più diffusa tra le donne che tra gli uomini.
  • La prevalenza del diabete in Europa è elevata ed è cresciuta rapidamente negli ultimi 10 anni, aumentando di oltre il 50% in molti Paesi.
  • Il costo delle malattie cardiovascolari sull’economia dell’Unione Europea è stimato a circa 169 miliardi di euro l’anno.

E benché per le malattie cardiache non sia un fattore di rischio diretto, il meccanismo con cui si cerca di affrontare lo stress –saltare l’attività fisica e diventare più sedentari nelle abitudini quotidiane, mangiare cibi poco sani ma consolatori e, ovviamente, bere troppo alcool o fumare – potrebbe diventarlo.

I vantaggi delle prugne

Lo stile di vita – dieta, movimento e gestione dello stress - ha un impatto fondamentale sul nostro benessere psicofisico. Parimenti, un atteggiamento di buon senso nei confronti della salute – come la scelta di mangiare cibi più sani per la maggior parte del tempo – è davvero importante.

Come nutriente apporto a una dieta sana e bilanciata e come modo gustoso per raggiungere le famose 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, le pugne della California sono dolci, fragranti e ricche di fibre. Magari però non sapevate che hanno anche proprietà positive per la salute del cuore!

  • le prugne secche sono un’importante fonte di potassio, che concorre a una sana pressione sanguigna.
  • le prugne secche sono per natura prive di grassi saturi; ridurre il consumo di questi grassi contribuisce a mantenere nella norma i livelli di colesterolo nel sangue.
  • le prugne secche sono una fonte di vitamina K, che contribuisce a una normale coagulazione del sangue.

Per una lista più esauriente dei vantaggi delle prugne, è possibile consultare questa pagina:

Un trio di trucchi sani. Da provare.

Quando la vita si fa difficile e la motivazione alle sane abitudini viene meno, possono servirvi degli assi nella manica.

  • Una camminata e una chiacchierata con un amico o un’amica significano aria fresca e movimento, un’opportunità per sfogarsi un po’ e, intelligentemente, un modo per mettere una distanza tra voi e troppo caloriche tentazioni.
  • Un repertorio di ricette nutrienti e facili da fare. Il sito Sunsweet è una fonte ben provvista in questo senso. Per esempio, il nostro croccante tofu tandoori con salsa di prugne limiterà un po’ le lusinghe del menu takeaway indiano.
  • Una lista di piccoli piaceri per quando davvero serve qualcosa che vi faccia sentire bene. Smorzare le luci, accendere delle candele, prendersi un po’ di relax davanti al caminetto. Coccolare il corpo – e la mente – in un bagno caldo e fragrante di profumi. O gustare una fetta di finissima torta al cioccolato. Perché, in fin dei conti, già solo una piccola parte di ciò che desideriamo fa un gran bene al cuore!

Attenzione: Le prugne aiutano la digestione e la regolarità intestinale quando se ne consumano 100 g al giorno nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. Consultare sempre il proprio medico in caso di problemi di salute.